“Una, nessuna, centomila”: le donne, la violenza, la Giornata. Con Noemi nei pensieri. TUTTI GLI EVENTI

SUD SALENTO. Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne il prossimo 25 novembre nel segno del rispetto, della comprensione e della sensibilizzazione. Numerosi gli eventi promossi dagli assessorati alle Pari opportunità dei Comuni salentini e dalle associazioni culturali presenti sul territorio. Teatro, danza, e convegni con la partecipazione di esperti del settore nel fitto programma di iniziative, che prevede anche diversi progetti nelle scuole: piccoli e grandi, studenti, genitori e insegnanti saranno i destinatari di diversi corsi di educazione all’affettività. Il deciso “no” alla violenza quest’anno è segnato dall’indelebile ricordo di Noemi Durini, la 16enne uccisa dal suo fidanzato e trovata senza vita dopo undici giorni dalla scomparsa. Anche a lei la ASD Armando Picchi Specchia, suo paese d’origine, dedicherà la stagione calcistica 2017-2018.

  • A Salve, venerdì 24 novembre, alle ore 17, presso la sala conferenze del Palazzo Ramirez, si svolgerà una manifestazione pubblica dal titolo “Educare al rispetto per la donna”. L’iniziativa è realizzata dalle Biblioteche di Salve e Patù, dal Presidio del Libro del Capo di Leuca, in collaborazione con le scuole medie di Salve, Morciano e Patù, la Rete dei Centri Anti – Violenza Sanfra e il patrocinio di Fidapa Sezione Casarano e dei Comuni di Salve, Morciano e Patù. Durante la manifestazione, rivolta in particolare ai ragazzi delle scuole secondarie di primo grado dei Comuni coinvolti, si informeranno gli intervenuti circa i servizi che i Centri Antiviolenza della rete Sanfra offrono alle donne sul territorio: accoglienza e ascolto, consulenza e sostegno psicologico, accompagnamento legale.
  • A Parabita, venerdì 24 novembre gli alunni della scuola secondaria di primo grado scendono in strada per una marcia contro la violenza sulle donne, ricordando la giovane Noemi Durini di Specchia.
  • A Nardò, sabato 25 novembre alle ore 10 in piazza Salandra “Il silenzio uccide la dignità”, iniziativa di informazione e sensibilizzazione realizzata dalla Commissione Pari Opportunità. A seguire flash-mob sul tema della violenza sulle donne da parte degli studenti degli istituti di istruzione secondaria di secondo grado della città. Alle ore 18 al Chiostro dei Carmelitani (corso Vittorio Emanuele II) previsto un altro momento di confronto. Nel corso della serata poi il centro danza “Scarpette Rosse” di Simona Cerasa presenterà la coreografia Un sogno infranto. Alle ore 18 nella sede di Arci Nardò Centrale iniziativa ideata e promossa da Nardò Bene Comune insieme con Arci Nardò Centrale, Libera e Unione degli Studenti che hanno deciso di appoggiare la causa promossa nella campagna #metoo per portare all’attenzione degli studenti uno degli elementi essenziali che caratterizzano la lotta alla violenza: la consapevolezza. Domenica 26 novembre alle ore 18 in piazza Salandra, danza e teatro con l’evento “Scateniamoci 2.0 – Mettiamo in ballo il coraggio”, iniziativa promossa dall’associazione culturale “Archeoclub Terra d’Arneo”. L’evento è patrocinato dal Comune di Nardò e realizzato in collaborazione con Danza Più e il Centro Antiviolenza Il Melograno – Comunità di San Francesco. Previsti intermezzi di danza, un intervento teatrale e uno in chiave psicologica.
  • A Taviano, sabato 25 novembre alle ore 17,30 in piazza del Popolo, la Commissione Cittadina per le Pari Opportunità insieme all’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Taviano darà il via all’iniziativa “Break the Chain”. Si partirà con un flashmob curato dall’associazione sportiva Colibrì, nell’ambito della campagna mondiale di sensibilizzazione contro la violenza “One Billion Rising”. Si proseguirà poi nella Sala “A. Ria” del Palazzo Marchesale, tra riflessioni, letture, monologhi teatrali e musica. Durante la serata sarà anche presentato il Protocollo D’Intesa sulla Legalità, firmato dalla Commissione Pari Opportunità di concerto con l’Amministrazione Comunale di Taviano e l’Associazione Libera contro le Mafie.
  • A Specchia, domenica 26 novembre alle ore 14.15 presso il Campo Sportivo Comunale, la ASD Armando Picchi Specchia dedicherà la stagione calcistica 2017-2018 alla cultura della non violenza e del rispetto della donna. Verrà esposto uno striscione dedicato alla piccola Noemi Durini – che per alcuni mesi frequentò la Scuola Calcio vestendo la divisa bianco-verde – che sarà scoperto alla presenza dei genitori Imma Rizzo e Umberto Durini e di tutti gli iscritti della Scuola Calcio. Seguirà alle 14.30 la partita del campionato provinciale di III Categoria ASD A. Picchi  Specchia –  Pol. D. Real Neviano, nel corso della quale i calciatori dello Specchia indosseranno al braccio una fascia arancione, il colore ufficiale della Lotta alla violenza sulle donne. Sabato 25 novembre all’Istituto Comprensivo di Specchia (alle 18.30) manifestazione organizzata da Cgil, Fp-Cgil e Nidil-Cgil, a conclusione del progetto “Io dentro Io fuori”, percorso di riflessione filosofica sulla violenza di genere.
  • A Tuglie, sabato 25 novembre alle 9,30 presso l’auditorium della scuola media in via Nino Bixio, incontro di sensibilizzazione promosso dall’amministrazione comunale in collaborazione con la squadra di pallavolo “Tallion Volley”, con il Servizio Civile Nazionale, la Biblioteca comunale e l’istituto Comprensivo. Parte il 26 novembre, invece, il corso gratuito di autodifesa femminile gratuito, presso la biblioteca comunale, a cura dell’istruttore Alessandro Caggiula.
  • A Gallipoli, doppio appuntamento sabato 25 e domenica 26 novembre con “Riprendiamoci la vita”, evento a cura di Fidapa Sezione Gallipoli, in collaborazione con il Comune di Gallipoli e la Commissione Pari Opportunità. Sabato alle 15 convehno “Ius Corrigendi: da diritto a reato”, seguito alle 18,30 dal percorso esterno nei luoghi di cultura: presso l’IISS Vespucci rappresentazione della lettura del dispositivo di una sentenza; al liceo “Quinto Ennio” performance teatrale e di ballo “Ho conosciuto il dolore e l’ho preso a colpi di Parole”; l’IISS “Giannelli – Da Vinci” ospita la performance coreutica – musicale “Le parole che non ho mai detto”, premiazione dei vincitori del bando di concorso “25 novembre, riprendiamoci la vita” e in scena “”Donne, arte e martello” a cura di Zeromeccanico Teatro. La mattinata del 26 percorso guidato nel centro storico tenuto da Eugenio Chetta, presidente dell’associazione Amart.
  • A Matino sabato 25 novembre evento promosso dagli assessorati alle Politiche sociali e alla Pubblica Istruzione. Tanti i momenti e i luoghi toccati dall’iniziativa: alle ore 9,30 ritrovo in largo San’Antonio, ore 10,30 mostra fotografica al chiostro dei Domenicani, con saluti delle Istituzioni, ore 11,30 dimostrazione di autodifesa in piazzetta De Giorgi, ore 17,30 incontro informativo in biblioteca, ore 18 rappresentazione gratuita dedicata alle scolaresche presso il teatro comunale, ore 18,30 make-up gratuito e mostra fotografica presso il Chiostro dei Domenicani, con apericena alle 19,30. Alle 21 conclusione a teatro con “A forza di essere donna” (ingresso 5euro).
  • A Racale sabato 25 novembre assemblea d’istituto presso l’IISS Bottazzi sul tema “Educazione all’affettività – Educazione all’amore”. L’evento si ricollega anche al progetto di educazione promosso dal Comprensivo di Racale “Tu chiamale se vuoi… emozioni”, con corsi di formazione tenuti da esperti del settore, dal novembre 2017 al febbraio 2018. Domenica 26 alle 20 presso la biblioteca di Palazzo Ippolito spettacolo teatrale “Una nessuna centomila” a cura della Cooperativa “Gli InDisciplinati”.
  • A Collepasso sabato 25 novembre alle ore 17,30 da piazza Malta partirà una fiaccolata che giungerà, dopo aver percorso alcune strade del centro, in Largo Municipio con letture sul tema della violenza. Alle 18 l’evento prosegue al Palazzo Baronale, con interventi di esperti e saluti delle istituzioni, tra cui Filomena Solero D’Antini, Consigliera alle Pari Opportunità della Provincia di Lecce (promotrice del “Protocollo d’intesa per la sensibilizzazione e promozione del ruolo della donna nelle arti, nelle professioni e nella società civile contro le discriminazioni di genere”, firmato da Provincia di Lecce, Ufficio della Consigliera di Parità della Provincia di Lecce e Comuni salentini aderenti, venerdì 24 novembre alle ore 9.30, a Palazzo dei Celestini a Lecce) e Antonio Gabellone, Presidente della Provincia di Lecce. Alle 19 in scena la rappresentazione teatrale, a cura della Cooperativa “Gli InDisciplinati”, “Una nessuna centomila”. L’evento è realizzato dall’Amministrazione Comunale grazie alla collaborazione e al supporto delle associazioni del territorio.
  • A Cutrofiano, sabato 25 novembre alle 9 nelle scuderie di Palazzo Filomarini in piazza Municipio convegno «Mai per amore», promosso dalla Pro loco di Cutrofiano, in collaborazione con l’associazione Syneimi e con i patrocini del Comune di Cutrofiano, Ambito territoriale sociale di zona di Galatina insieme al «Cav Malala», Ordini degli Psicologi, degli Assistenti sociali, degli Avvocati e Comitato Pari opportunità. L’incontro è inserito nel Progetto «Diversità=Valore», che proseguirà con un corso di autodifesa, attività laboratoriali in alcune classi dell’istituto «Don Bosco» di Cutrofiano e si concluderà l’8 marzo, con una corsa dedicata alle donne ed un convegno pubblico.
  • A Sannicola, sabato 25 novembre alle ore 17,30 in piazza della Repubblica si terrà “Accendiamo una candela bianca contro la violenza sulle donne”, evento organizzato dall’associazione Ionia, con il patrocinio del Comune e in collaborazione con i giovani del Servizio Civile e l’Istituto di cultura salentina. «Chi voglia contribuire all’iniziativa  – commentano le organizzatrici – può portare una candela bianca e un suo pensiero ai ragazzi del servizio civile presso la biblioteca negli orari di apertura. I pensieri saranno letti durante la manifestazione», assieme a quello della scrittrice Nadia Marra, che declamerà la sua poesia “25 novembre” recentemente insignita del premio “Tutti uniti per la legalità” nella città di Giuliano in provincia di Napoli.
  • Ad Alezio, sabato 25 novembre alle ore 20 presso El Barrio Verde andrà in scena “Due partite”, pièce teatrale di Cristina Comencini. L’evento gode del patrocinio della Provincia di Lecce ed è realizzato dal Comune di Alezio – assessorato alle Pari Opportunità, le associazioni culturali “La piramide” (di Taviano) e “Diversamente Stabili”, che porterà in scena le sue attrici, dirette da Antonio D’Aprile, e con la collaborazione del Liceo Artistico e Musicale “E.Simone-G.Duranò” di Brindisi, presente alla serata con i lavori dei suoi studenti.
  • A Casarano, lunedì 27 novembre alle ore 18, presso la sede del bar “Parmente”, si terrà la presentazione del libro dal titolo “Sono LiberaDentro – Eserciziario per ogni stagione della vita”, scritto da Ada Fiore, docente di filosofia. Il progetto, nato all’interno del carcere di Borgo San Nicola di Lecce, rappresenta la prosecuzione di un laboratorio di filosofia realizzato nel corso del 2017 a cura dell’autrice, indirizzato alle donne “detenute comuni” ristrette nell’istituto. L’evento rientra tra gli eventi culturali del Programma Antiviolenza “Margherita Hack”, ed è organizzato dall’Ambito Territoriale Sociale di Casarano, in collaborazione con il Centro Antiviolenza “Il Melograno” di Parabita. Sempre a Casarano, sabato 25 novembre, alle 10.30, nel Polo 1 di via Ruffano, lo scrittore Thomas Pistoia (originario di Presicce), presenterà il suo primo romanzo dal titolo “La leggenda del Burqa”.

Commenta la notizia!