Nel Palio in quattro anche per il turismo

Il palio dello scorso agosto

Il palio dello scorso agosto

Galatone. La città di Galatone stringe un’intesa con i comuni di Ginosa, Avetrana e Cuccaro Vetere. L’obiettivo è quello di costruire una rete di relazioni volte alla promozione e alla valorizzazione delle rispettive comunità, che si riconoscono particolarmente nella tradizione del Palio. Il 13 agosto scorso, infatti, a Cuccaro Vetere, nel salernitano, è stato siglato ufficialmente l’atto, quale vero e proprio patto d’amicizia tra i Comuni che in tal modo si impegnano a favorire lo sviluppo e il consolidamento di valori quali l’amicizia, la solidarietà, l’incontro e l’ospitalità.

Al centro del patto, sottoscritto da Aldo Luongo, Mario De Marco, Vito De Palma – rispettivamente sindaci di Cuccaro Vetere, Avetrana e Ginosa – e Claudio Botrugno, vicesindaco galateo e delegato per l’occasione dal sindaco Livio Nisi, restano tuttavia la cultura e gli scambi che da qui in avanti si vivranno. E non solo in occasione dei palii.

«Il patto d’amicizia suggellato riguarda le città in cui si svolge ogni anno il Palio. Lo scambio – afferma Nisi – che ogni anno avverrà tra i Comuni interessati, infatti, sarà proprio quello riguardante quest’evento: ognuna delle cittadine, insomma, parteciperà al Palio organizzato dalle altre».

Ma si prospettano anche manifestazioni particolari e altri scambi culturali. «Un interscambio che col tempo non vogliamo assolutamente sia limitato agli amministratori – continua Nisi –  ma vogliamo  coinvolga sempre più da vicino i cittadini: l’intento, infatti, è proprio  quello di far spostare i cittadini tra i quattro paesi del patto d’amicizia in occasioni delle manifestazioni più importanti che si vivono nei Comuni». Un interscambio sì culturale, ma anche e soprattutto turistico, dunque.

«La firma del patto d’amicizia – conclude il Sindaco – è una forma preliminare di gemellaggio, per ora limitato al Palio delle contrade. La Giunta  darà presto indirizzo affinché si possa avviare l’iter volto a siglare un gemellaggio vero e proprio».

Intanto il Comune è già al lavoro per stringere un patto d’amicizia con Osimo e Copertino, città che, assieme a Galatone, hanno visto la presenza di San Giuseppe da Copertino, e poi ancora con Lequile, Poggiardo ed altri comuni del marchigiano.

Commenta la notizia!