Lungo le strade della magica Stella che indica la via

di -
0 954

Taviano. Un Natale sfavillante di luci e colori. Presepi per le vie del centro cittadino. Eventi musicali e culturali. Zampognari con le loro caratteristiche nenie. Castagne calde e ‘pittule’  appena sfornate. Questo il magico scenario che si aprirà per chi visiterà Taviano e il suo centro storico nei giorni de “Le strade della stella”.

L’organizzazione di questo evento tanto atteso reca la firma di alcune associazioni cittadine unitamente all’Amministrazione comunale: associazione  culturale “Vittorio Bachelet” (presidente Paola Ria), Protezione civile (responsabile Sandro Noira) e Pro loco (presidente Antonio Belloni).

L’evento è alla sua seconda edizione anche se quest’anno è stato ulteriormente arricchito  grazie alla partecipazione di un numero maggiore di associazioni e di privati cittadini. Così fra lo sfavillio delle luci e la dolcezza delle melodie natalizie si potrà vivere la magia del Natale lungo un percorso ricco di presepi di ogni tipo, tradizionali e originali, essenziali e sofisticati, di tradizione italiana e prettamente  salentina, altri provenienti da diversi stati del mondo. Il percorso partirà dalla chiesa della Madonna Immacolata e si snoderà per le viuzze del centro, attraversando via Immacolata, piazza San Martino, via Matteotti, piazza del Popolo, via Nizza e culminerà nella chiesetta di Santa Lucia.

La mostra-evento resterà aperta nei giorni 25 e 26 dicembre, 1 e 6 gennaio a partire dalle ore 18.00. «Tutte le serate – spiega la presidente della “Bachelet”, Paola Ria –  saranno abbinate ad iniziative a carattere culturale, come teatro, spettacoli musicali, un concerto, quello dei “Musicorè”, oppure a carattere ludico con tombolate in piazza e giochi di strada.

Non mancheranno le  ‘pittule’ e castagne che si potranno gustare con un buon bicchiere di vino». I presepi sono stati realizzati da numerose associazioni tra le quali: “Donatori di sangue”, “Arcobaleno”, “Admo”, “Azione cattolica parrocchia Addolorata”, “Società operaia”, “Comitato festa S. Martino”, Associazione ministranti parrocchia S. Martino”, “Scout”, “Confraternita dell’Immacolata”, “Le Nove muse”, “Nuovo Spartaco”, “Confraternita Anime Sante” e “Amahoro”.

Ma ci saranno anche cittadini che metteranno in mostra i presepi:  Claudio Arnò, Francesco Ria, Antonio Sansò, Mario De Carlo, Salvatore Negro, Cristina Previtero, Giorgio Liviello, Lino Prete, Damiano Rizzo, Maurizio Macrì, Dante Ferrari, Tiziano Pisanello, Ippazio Primavera, Giuseppe Manni, Aldo Garofalo, Nicolas Errico. Si potranno ammirare, infine, le collezioni private di Walter Tundo ed Enzo Guida.

Rocco Pasca

Commenta la notizia!