Natale a Nardò, si comincia con l’Annunciazione

Chiesetta di San Bartolomeo

Chiesetta di San Bartolomeo

NARDÒ. Non solo la marina di Santa Caterina: anche Nardò avrà il suo presepe. Onore e merito della Pro loco Nardò, presieduta da Giovanni Portorico (foto sotto) e attiva dal 2008. «L’idea del presepe nel centro storico – esordisce il presidente della Proloco Portorico – è nata dalla voglia di riscoprire le meraviglie barocche del nostro paese, troppo spesso snobbate dagli stessi cittadini».

Il percorso lungo il quale si snoderà il presepe non mancherà di attirare la suggestione dei presenti. «Si partirà da via Campanile dove verrà posizionata una stella cometa, per poi proseguire lungo via Pretura Vecchia nella quale avverrà l’Annunciazione. Intorno a Palazzo Sanasi, poi, i presenti assisteranno alla scena di Erode e i suoi soldati, mentre ancora in via Campanile si potranno ammirare i mestieri del tempo e le varie botteghe dove antichi arnesi verranno messi a disposizione dagli “Amici del Museo di Porta Falsa”, che  ringraziamo per la collaborazione.

Giovanni PortoricoInfine, grazie al supporto della Curia, verrà riaperta l’antica chiesa di San Bartolomeo, per l’occasione trasformata in una grotta dove avverrà l’evento della natività. Ci tengo a ringraziare i ragazzi del Liceo artistico di Nardò per l’impareggiabile impegno nel realizzare le varie scenografie».

Cinque giorni (il 25, 26 e 28 dicembre e il 1 e 6 gennaio 2015) di magica atmosfera natalizia ma anche propizi “per assaporare  la tipica gastronomia nostrana negli stand allestiti nel cuore di piazzetta Elia. E non mancheranno le attrazioni per i più piccoli e i saluti di Babbo Natale il 25 e della Befana il 6 gennaio, con dolcetti e doni per i bambini”. «Inoltre – conclude Portorico – per i giorni 22 e 23 dicembre è prevista la visita delle scolaresche neretine».

Commenta la notizia!