“Natale con i tuoi…rifiuti” a Racale

albero natale coi rifiutiRACALE. Natale è passato da un bel po’, ma vivo è il messaggio che un gruppo di volontari, a Racale, ha voluto trasmettere realizzando addobbi natalizi a partire da rifiuti. E non si fa riferimento a quei materiali da riciclo che una famiglia si ritrova in casa, come una bottiglia di plastica vuota, ma alla spazzatura abbandonata senza scrupoli per strada.

Il progetto “Natale con i tuoi…rifiuti” ha avuto l’obiettivo di sensibilizzare al rispetto per l’ambiente, mettendo sotto gli occhi di tutti le brutture della natura di cui è responsabile l’uomo. Nella sua prima fase, infatti, l’evento ha previsto una passeggiata tra le stradine di campagna per la raccolta dell’immondizia che, lavata e disinfettata, è stata poi trasformata dalla magia del Natale ma soprattutto dalla creatività e dall’impegno dei volontari.
In appena sette giorni, dal 13 dicembre, Aurelia Trianni insieme ad Alessio, Sonia, Piero e Sandra hanno data vita a vari addobbi natalizi, tra cui un albero realizzato con il filo di un termosifone e decorato da bottiglie, lampadine ed altri beni che non erano stati correttamente smaltiti, “metafora – spiegano – di come possano la forza di volontà e l’unione vincere sul brutto. Lo abbiamo  donato a chi si nutre del frutto migliore: l’amore per il prossimo, nel gesto del donatore”. L’albero dei rifiuti, testimonianza di amore per l’ambiente e quindi per la vita, ha trovato la sua perfetta collocazione presso la sede racalina della Fidas.

"Si può dare di più" è il tormentone della sua vita. Se solo Morandi, Tozzi e Ruggeri potessero tornare indietro nel tempo, ne verrebbe fuori un bel quartetto! Autocritica, perfezionista, scrupolosa, incontentabile, e chi più ne ha (di sinonimi) più ne metta. Tra un "mea culpa" e l'altro, si è laureata in Lettere a Lecce, nel 2008, e dal 2011 collabora con Piazzasalento.

Commenta la notizia!