Nardò, sabato si accende la fòcara alla cripta di sant’Antonio Abate

Chiesa ipogea S.Antonio Abate a Nardò – foto di Michele Mariano

NARDÒ . Un luogo suggestivo come l’antica cripta ipogea farà da scenario a Nardò alla grande fòcara che sarà accesa sabato 17 gennaio in onore di sant’Antonio Abate. La manifestazione, alla sua prima edizione, è organizzata dall’associazione dei commercianti neretini rappresentati da Giulia Puglia, dal Comitato attività recupero tradizioni territorio rappresentato dalla prof.ssa Clara De Braco, in coordinamento con l’associazione Pro Loco di Nardò ed il suo presidente Giovanni Portorico, con il patrocinio del Comune di Nardò.

La cripta, scavata nel banco tufaceo, si trova su una stradina nei pressi della zona industriale in località Castelli Arene. Sormontata da una croce bizantina, è stato luogo di culto dei monaci bizantini e presenta al suo interno dei cicli pittorici risalenti probabilmente a circa mille anni fa.

Le fascine della fòcara sono le stesse che, durante il periodo natalizio, hanno addobbato le entrate dei negozi, e gentilmente donate dai commercianti per alimentare il fuoco dell’antica tradizione devozionale.
All’accensione del grande falò intorno alle ore 20, seguiranno gli spettacoli dei gruppi musicali Ajera Mea e Celentano Rock, e momenti di degustazione di prodotti dell’enogastronomia locale.

Commenta la notizia!