Nardò, convegno sulla scuola di Casa Pound ed è scontro

piazzaSalandraNARDÒ. Non è solo Napoli questo pomeriggio ad essere sorvegliata speciale per eventuali scontri conseguenti a presenze e contro manifestazioni di carattere politico. Se parte della capitale partenopea si è mobilitata, Sindaco in testa contro la partecipazione ad un convegno del leghista Matteo Salvini (il capo del’Amministrazione napoletana aveva suggerito un altro luogo invece della Mostra d’Oltremare), a Nardò le tensioni sono montate dopo che il Comune, Sindaco Giuseppe Mellone, ha concesso all’organizzazione Blocco studentesco, filiazione di Casa Pound, il Chuiostro dei carmeltina in centro storico. L’iniziativa ha per tema “La gestione degli istituti scolastici alla luce della riforma Delrio, problemi attuali e prospettive future”; vi partecipano il Sindaco insieme al presidente della Provincia Antonio Gabellone ed a due consiglieri provinciali neretini Antonio Tundo e Paola Mita (quest’ultima di Fi), il rappresentante locale Andrea De Giorgi e il coordinatore nazionale Ares Prehm. A scendere in campo per prima è stata l’Associazione nazionale partigiani d’Italia, sezione di Lecce: “Il metodo di annunciare le cose all’ultimo momento è ormai tipico di questa formazione di estremisti di destra che si arroccano dietro la destra populista e xenofoba  di Salvini, ma non solo, a quanto pare, visto che anche a Lecce una loro lista sosterrà il candidato di tutto il centrodestra. Le associazioni antifasciste, che si riconoscono nella Carta costituzionale, e nei suoi valori di cui la lotta di Liberazione è parte costitutiva, si mobiliteranno con un presidio e con la contro informazione a Nardò”. Viene quindi annunciato il presidio antifascista dalle 18 alle 22 in piazza Salandra. “Appare inquietante, oltre che grave – conclude l’Anpi leccese – che rappresentanti di cariche elettive istituzionali si adoperino a sdoganare formazioni che hanno collezionato reati di aggressione in tutta Italia ed anche a Lecce, e che dell’apologia di fascismo fanno la loro caratteristica peculiare”. Nota di protesta anche dal consigliere regionale Ernesto Abaterusso: “La scelta dell’amministrazione comunale di Nardò di concedere il Chiostro dei Carmelitani per lo svolgimento del congresso organizzato dall’Associazione Blocco studentesco, che fa capo a Casa Pound,  forza politica che si è sempre dichiarata antidemocratica, neofascista e xenofoba, appare fortemente inopportuna. Trovo discutibile che il Sindaco di una città che si è sempre contraddistinta nell’affermare i valori della libertà e della democrazia abbia autorizzato un evento, che rischia di trasformarsi in una fonte di tensione e di contrapposizioni della quale tutti noi faremmo volentieri a meno. Il Sindaco di Nardò ha mostrato, dal punto di vista politico, il suo vero volto che, peraltro, non ha mai nascosto”. Poi una stoccata a quanti, dal centrosinistra, in questi primi mesi dopo le elezioni, si dice siano vicini se non proprio di sostegno al Sindaco Mellone: “Voglio sperare che ciò possa contribuire a fare chiarezza anche in casa di alcuni esponenti del centrosinistra che, in modo più o meno esplicito, hanno finora flirtato, anche in maniera goffa, con la nuova amministrazione di Nardò”. Il fronte che sostiene il presidio democratico, formato da diverse associazioni e gruppi, mostra però qualche crepa. Dall’Arci di Galatina arriva il dubbio che si stia riproducendo lo stesso copione di due anni fa: stessi attori (l’allora consigliere comunale Mellone, Gabellone, Blocco studentesse locale), stessa risposta (Anpi e associazioni): “Va bene, perfetto, chi difende la Costituzione giustamente vuole dare segno tangibile del proprio presidio – commentano dal’Argi galatinese – ma già si parla dell’accorre di diversi esponenti da varie parti della provincia di Blocco. Dall’altra part si organizzano pezzi della ‘sinistra dei fumogeni?. E che cosa faremo signori oggi? Co godremo la solita gara a chi fa più il pacifico? Ma c’è qualcuno, di sinistra e anche di destra, che come noi vede qualcosa di distorto in questo meccanismo sempre uguale a se stesso?”.

Commenta la notizia!