Marra, la schiava della scrittura

by -
0 634

Gallipoli. Escusiva on-line. Un riconoscimento quasi inaspettato quello preso da Nadia Marra, la scrittrice e scenografa di Gallipoli, per la XVII edizione del “Premio Energheia” a Matera. Il suo racconto d’esordio “Schiava d’amore” è stato ripreso dal regista Geo Coretti che ne ha realizzato un cortometraggio.

«Quel testo mi ha portato fortuna, da quando l’ho scritto, l’ho riadattato per il premio di Matera e poi arrivata qui ho avuto la sopresa di vedere che dalla mia opera ne è stato tratto un corto – racconta Marra -. Sono soddisfatta anche per i complimenti che ho ricevuto dal direttore di Rai4, Carlo Freccero».

Da quando ha inziato a scrivere Marra non si è più fermata, ha partecipato e ha vinto in diverse competizioni letterarie anche a livello nazionale. Poi, la sua maturità artistica è cresciuta anche con la sua voglia di provarsi nella sceneggiatura, così. è nata la partecipazione a Vacanze a Gallipoli e al film TH 3000 girato tra Gallipoli e Sannicola. «Con l’esperienza sul set sono cresciuta molto, sia professionalmente che in ambito personale – conclude la scrittrice – e tutto ciò che ho acquisito lo sto mettendo a frutto. Coninuo sempre a scrivere, soprattutto del mondo femminile e sto già pensando ai prossimi lavori, che però, per il momento, rimangono top secret».

Commenta la notizia!