Musica nel casello: tante iniziative in cantiere a Racale

daniele rennaRACALE. Non solo Treno della memoria e Auschwitz. Sono diversi i progetti messi in cantiere dall’Amministrazione comunale per il 2015 riguardo le Politiche giovanili e lo Sport. È partita il 27 gennaio scorso la delegazione dei quattro ragazzi (Stefano Manco, Federica Francioso, Elena Schito e Pierpaolo Cazzato) che visiteranno i luoghi dell’Olocausto, accompagnati dal consigliere delegato alle Politiche giovanili e allo Sport, Daniele Renna (nella foto). Il Comune si è accollato gran parte del costo del viaggio, pagando 350 euro per ogni ragazzo.

Si cercherà, inoltre, di catturare i fondi europei per il programma Erasmus che porterebbe a Racale, per due settimane, 36 ragazzi stranieri e, contestualmente, permetterebbe la partenza di altrettanti ragazzi racalini alla scoperta di nuove culture europee. E ancora: a breve sarà firmata la convenzione con le Ferrovie Sud-Est per la concessione, in uso ventennale, del casello ferroviario della stazione in cui nascerà un laboratorio urbano per ragazzi, dedicato alla musica e alle attività sonore. Sullo sport, l’obiettivo è di permettere a quanti più cittadini possibile l’utilizzo delle strutture pubbliche. Sono 320 circa le persone che, ogni giorno, utilizzano palestre e campo sportivo. Nelle tre palestre si svolgono attività ginnica, tennistavolo, minibasket (sottoscritta una collaborazione con l’Enel Basket Brindisi), badminton, e tiro con l’arco. Del “Basurto”, invece, usufruiscono le due squadre di 1ª e 2ª Categoria con le rispettive giovanili e gli Amatori over 30 e 40.
Per i mesi estivi si pensa a due iniziative. La prima si chiama “Racale Polisportiva” e sarà un grande evento in cui si esibiranno in piazza tutte le associazioni sportive racaline. La seconda, “Gruppi di cammino”, è dedicata in particolare agli ultraquarantenni e unirà il piacere di passeggiare all’aria aperta con la voglia di scoprire e approfondire le bellezze del territorio.

Commenta la notizia!