Misteriosa esplosione nella notte: colpita, di nuovo, la ditta Navita

case popolari via cagliari gallipoli (4)

GALLIPOLI. Ancora mistero sull’esplosione, nella notte, di una piccola bomba davanti al box auto del 42enne G.C., dipendente della ditta Navita che si occupa dello smaltimento rifiuti nella “Città Bella”. Intorno all’una, il boato è stato avvertito dai residenti del condominio di via Cagliari: scesi immediatamente nel garage, gli inquilini hanno scoperto quanto accaduto, ma per fortuna nessun grosso danno è stato arrecato né alle varie auto parcheggiate né alla struttura.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Gallipoli che hanno eseguito i primi rilievi e hanno interrogato il dipendente 42enne, mentre sono ancora in corso i controlli delle riprese delle videocamere di sorveglianza. L’attenzione degli inquirenti resta concentrata sulle cause del folle gesto di stanotte e di quello, che inevitabilmente ritorna alla mente, verificatosi meno di un mese fa: lo scorso 29 settembre, ignoti avevano appiccato le fiamme ai danni di due autocompattatori della stessa ditta, la Navita, che si trovavano parcheggiati nel deposito sulla provinciale per Taviano. Anche in quell’occasione, il colpo non era riuscito fino in fondo: i due mezzi erano stati solo in parte danneggiati.

Commenta la notizia!