“Ministro, venga a vedere che sta succedendo ai nostri ulivi”: l’invito degli onorevoli Capone e Bellanova

teresa-bellanova-pdULIVI MALATI – “Ministro, venga a vedere che sta succedendo ai nostri ulivi”: contiene l’invito-appello ad un sopralluogo la lettera inviata oggi dagli onorevoli Salvatore Capone e Teresa Bellanova a Nunzia Di Girolamo, pugliese e a capo del Dicastero delle Politiche agricole. I due parlamentari salentini ricostruiscono la situazione così come si è definiti in queste settimane e sollecitazione la massima attenzione del ministro verso “una vera e propria calamità naturale”, qual è il disseccamento rapido degli ulivi salentini che colpisce particolarmente l’arco jonico.

“Venga a constatare di persona l’estrema gravità della situazione”, dicono Capone e Bellanova, mentre si fa sempre più probabile la dichiarazione di quarantena (come del resto prevede l’Unione europEa in caso della presenza di batteri come la Xylella fastidiosa. Questa drastica misura prevede addirittura lo svellimento delle piante colpite; il divieto di reimpiantarne altre almeno per un certo periodo di tempo; la creazione di un’area di rispetto da monitorare puntualmente per vedere l’eventuale diffusione del mordo, causo, oltre che dal batterio citato, anche  dal rodilegno e da un tipo di fungo che ne accrescono la propagazione. Lunedì a Lecce nuovo vertice con i produttori e la Regione per annunciare ufficialmente i provvedimenti.

Commenta la notizia!