Mercati, adesso si cambia

by -
0 221

mercato settimanale gallipoli (2)

GALLIPOLI. Pronti, si parte. Il nuovo  panorama del commercio su aree pubbliche ridisegnato dal Consiglio comunale nel giugno scorso sta per prendere forma. Come primo passo concreto gli uffici hanno individuato la ditta che dovrà cancellare i segni dei vecchi posteggi al mercato settimanale di via Alfieri per poi ridisegnare i nuovi. Questo intervento dovrebbe realizzarsi entro il mese prossimo. Gli stalli da assegnare passano da 305, secondo il piano del 2007 approvato dal Commissario straordinario, a 256 totali con una vera e propria rivoluzione per quanto riguarda le categorie merceologiche. Si pensi che per i generi alimentari si passa da 243 posteggi a 25; i non alimentari da 50 a 219. Più o meno stabili i commercianti nei mercati stagionali di Lido Conchiglie (da 25 a 30), con l’ampliamento dell’area di via Nettuno-via Delfino per i produttori agricoli,  e Rivabella (14).

Per il mercato più grande, che sarà radicalmente riorganizzato rimuovendo anche le situazioni di intasamento ed insicurezza, verranno poi chiamati i commercianti in gruppi di dieci e in base all’anzianità, perché si scelgano il posteggio per loro più adeguato.

Per tutti gli altri mercati si procederà a bandi in modo da arrivare a concessioni annuali, rinnovabili senza dover ogni anno presentare agli uffici nuove domande. Inoltre il mercato giornaliero di via Firenze viene ridotto di tre stalli; quelli di via Cagliari (vasca Acquedotto pugliese) e rampa di S. Francesco da Paola (porto-centro storico) vengono soppressi per assenza di operatori interessati. Il mercato giornaliero serale di lungomare Galilei viene trasformato in mercato giornaliero. Infine il nuovo piano aumenta di dieci posteggi (totale. 60) il mercatino delle pulci di piazza Carducci (ogni seconda domenica del mese).

Anche le fiere vengono toccate. Quella della Madonna del Canneto viene inserita nel piano come fiera specializzata enogastronomica (32 stand in piazza Moro). Sono 64 i posteggi per la fiera del Carmelo. Viene rivoluzionata la Fiera di Santa Cristina, anche per cercare di contrastare l’abusivismo, con 390 posteggi e una fiera enogastronomica, così come richiesto dal comitato festa, lungo corso Roma lato ferrovia.

Infine debutta il nuovo mercato del Carnevale nel centro storico; la sua dimensione e articolazione verrà definita dalla Giunta comunale in base alle esigenze e alle istanze che perverranno.

Commenta la notizia!