Memoria ed impegno, per Angelica. Il 21 marzo il ricordo a Bologna

angelica pirtoli 1991 parabitaPARABITA. Una giornata in memoria di Angelica Pirtoli (foto), per non dimenticare l’orrore che ha macchiato Parabita oltre vent’anni fa e dire un secco e fermo no alla mafia. È la proposta dei gruppi consiliari “Bene comune” e “Parabita domani”, formalizzata in una lettera indirizzata al neo eletto Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la cui storia personale è tristemente vicina a queste tematiche.
Richiesta inoltrata, poi, anche al sindaco di Parabita Alfredo Cacciapaglia, al quale si chiede la convocazione di un Consiglio comunale monotematico dedicato ad Angelica, per istituire una giornata in sua memoria e deliberare in favore della costituzione come “parte civile” del Comune nel processo ancora in corso contro i suoi esecutori materiali, perché – scrivono i consiglieri di minoranza – “Parabita e la sua comunità hanno subito un grave danno all’immagine a causa del grave fatto di sangue”. L’anniversario proposto è quello del 21 marzo (Angelica è stata uccisa il 20 del 1991), ricorrenza che l’associazione antimafia Libera, che si sta interessando anche del caso salentino, dedica alle vittime innocenti della criminalità organizzata. Il prossimo 21 marzo, infatti, Angelica Pirtoli verrà ricordata a Bologna, durante la 20ª edizione della manifestazione di Libera, quest’anno sul tema “La verità illumina la giustizia”. «Chiediamo che il Comune possa aderire all’iniziativa garantendo la presenza del gonfalone istituzionale», conclude la nota delle due civiche.

Quando era piccola, suo papà le ha insegnato a guardare al cielo senza vederci solo l’azzurro. Da grande ha capito, poi, che quelle immagini si potevano tradurre in parole. Un foglio bianco come un pentagramma senza righe né spazi per fare musica con le lettere. Laureata in Filosofia a Pavia, giornalista pubblicista, collabora costantemente con Piazzasalento da Giugno 2011.

Commenta la notizia!