“Meltin’ pot” veste “La notte della Taranta”. Zimbaria, Alla Bua e Officina Zoè nel cartellone

by -
0 829

Zimbaria apllauditi ad Alessano

“Meltin’ Pot” concede il bis. Il marchio dell’azienda d’abbigliamento della famiglia Romano torna, infatti, a vestire “La notte della Taranta”. In occasione del “Concertone” del 23 agosto a Melpignano (quest’anno in diretta su Rai 5 dalle 22,30), tutti i musicisti dell’Orchestra popolare indosseranno jeans realizzati “ad hoc” dall’azienda matinese insieme ad una speciale tshirt e ad un foulard. Ma il ragno, da sempre simbolo della Taranta, dominerà anche sull’originale bandana indossata dagli stessi componenti dell’Orchestra. «Per il secondo anno consecutivo, siamo orgogliosi di essere sul palco della manifestazione musicale più travolgente dell’estate. Condividiamo pienamente lo spirito del “melting pot” di culture, musiche e stili. Per questo vestiamo tutta l’energia della Taranta», ha affermato Augusto Romano, amministratore delegato dell’azienda.

In attesa del “concertone” finale (anche quest’anno affidato al maestro Giovanni Sollima), tante sono state le serate musicali che hanno caratterizzato i paesi della Grecìa salentina: tra i protagonisti  gli “Alla bua” di Casarano (ammirati il 5 agosto a Corigliano d’Otranto), gli “Zimbaria” di Aradeo (il 16 ad Alessano) ed “Officina Zoè”, con Donatello Pisanello di Taviano (il 19 a Galatina). Tra gli ospiti del Concertone finale anche il percussionista statunitense Glen Velez,   la cantante Lori Cotler e l’astro nascente  nel firmamento mandolinistico internazionale  Avi Avital con i Fratelli Mancuso, Roberto Vecchioni e Antonella Ruggiero.

Commenta la notizia!