Melpignano – Dal Salento a Bruxelles per chiedere a gran voce città libere dai pesticidi: lo scorso 27 settembre, il Sindaco di Melpignano Ivan Stomeo ha partecipato a un’importante tavola rotonda sul tema tenutasi nella sede del Parlamento europeo.

Oltre che il Comune di Melignano, Stomeo ha rappresentato anche i Comuni facenti parte dell’associazione Borghi autentici d’Italia, di cui egli è presidente. Insieme a lui erano presenti eurodeputati, membri della Commissione europea, rappresentanti del comitato delle regioni e sindaci di molti Comuni europei, tutti a confronto sulle politiche comunitarie e locali per arrivare all’obiettivo di avere città libere dai pesticidi. 

L’intervento di Stomeo – L’associazione Borghi autentici ha aderito alla Rete europea delle Città Libere dai Pesticidi con i suoi circa 260 territori (Comuni ed enti locali associati) – ha dichiarato il Sindaco di Melpignano. – Ad oggi, sono 20 i Borghi autentici che, con apposita delibera, hanno approvato il protocollo d’intesa firmato dall’associazione con la Rete europea delle Città Libere dai Pesticidi (molti altri stanno aderendo) e che hanno focalizzato l’attenzione sul tema e stanno dando maggiore impulso alle proprie iniziative amministrative, lavorando su un coinvolgimento sempre più attivo delle comunità locali. Un piccolo Comune, un borgo, è attrattivo ai fini turistici se lo è prima verso i propri residenti e se, ad essi come poi ai cittadini temporanei (i turisti), vengono garantiti condizioni di qualità della vita e salute pubblica: salvaguardia del suolo come ecosistema, tutela della biodiversità, agricoltura di qualità e strettamente correlata con la produzione di cibo sano, ricorso alle risorse rinnovabili ed efficientamento energetico, pratiche di resilienza e di adattamento ai cambiamenti climatici”.

Pubblicità

La firma della dichiarazione congiunta è stato il momento più importante dell’incontro: un’azione con cui i partecipanti hanno chiesto alle istituzioni europee e agli Stati membri il totale bando dei pesticidi chimici nelle aree frequentate dalla popolazione.

Pubblicità

Commenta la notizia!