Reti urbane il centro ora è ok

by -
0 716

Melissano. Arriva anche in centro la rete fognaria per raccogliere senza inquinamenti i liquami domestici

Melissano. Ci sono opere pubbliche che sono più pubbliche di altre perché rivestono un interesse diffuso e condiviso da tutti i cittadini per il loro carattere di necessità e di utilità.

Non si tratta cioè di solleticare il senso estetico come potrebbe essere un monumento o una piazza, ma di rispondere a domande essenziali fornendo servizi che interessano il campo igienico sanitario. Il riferimento è agli impianti di fognatura nera nel centro abitato. In questi giorni sono stati completati i lavori e si è in attesa del  collaudo finale.

Ora non appena l’Acquedotto pugliese avrà ultimato i lavori di collettamento delle acque reflue con il Comune di Racale, l’impianto, a pieno regime, potrà essere utilizzato dalle famiglie di Melissano. Arriva a compimento, quindi, un’opera pubblica lungamente attesa.

Se l’impianto di fognatura nera entrerà presto in funzione, quello di bianca va perfettamente come è dimostrato dal fatto che le recenti e copiose piogge non hanno causato danni ai cittadini.

Altri lavori che sono stati portati a termine con soddisfazione di tutti perché riguardano il culto di chi non c’è più, sono quelli della riqualificazione e recupero di aree all’interno del cimitero, lavori che hanno permesso la realizzazione di 160 loculi e 250 ossari. Non tutti i cittadini dispongono delle risorse per costruire le tombe di famiglia e la riqualificazione delle zone degradate del cimitero dà la possibilità di rispondere alle numerose richieste dei cittadini.

Sono in fase di ultimazione, inoltre, anche i lavori sull’impianto di illuminazione votiva. Sono state installate lampade votive elettroniche a led in sostituzione di quelle tradizionali ad incandescenza.

«Tale intervento – spiega il sindaco Roberto Falconieri –  si inserisce nella più articolata politica, avviata da diversi anni dall’Amministrazione comunale, di risparmio energetico e di incremento dell’efficienza energetica».

Commenta la notizia!