Melissano, pioggia di premi per il poeta Stefano Giuseppe Scarcella

Melissano – Un’estate ricca di premi e riconoscimenti per il poeta melissanese Stefano Giuseppe Scarcella: è di pochi giorni fa la notizia del riconoscimento al merito conferitogli dall'”Accademia internazionale di significazione poesia e arte contemporanea” nell’ambito dell’edizione 2018 del Premio Apollo Dionisiaco, organizzato in convenzione con l’Università degli Studi di Roma Tre e con il patrocinio dell’Istituto Italiano di Cultura di New York, Roma Capitale, Regione Lazio e Anci.

Masterclass con Mogol e Alessandro Quasimodo – Ma non basta: Scarcella ha anche partecipato al X Festival della poesia “Il Federiciano”, svoltosi dal 18 al 26 agosto a Rocca Imperiale, in Calabria, dove ha ricevuto menzioni speciali al Concorso Cet Scuola Autori di Mogol e al Premio internazionale “Salvatore Quasimodo”. Nella stessa occasione, il poeta ha preso parte alla masterclass sulla Scrittura poetica in letteratura e musica alla presenza di Mogol, Alessandro Quasimodo e Giuseppe Anastasi, e ha declamato una sua poesia accompagnato dalla Melos Orchestra diretta dal maestro Francesco Finizio.

Da maggio ad agosto, Scarcella ha fatto incetta di premi in ogni dove: dal prestigioso concorso letterario “Argentario” in provincia di Grosseto (il 26 maggio), ai premi di poesia “L’Essere Armonia” di Assisi (il 9 giugno) e “Teresa Gala & Nicola Ventafridda” di Bitonto di Bari (23 giugno). Sue anche la targa speciale “Autore Salentino” al concorso di poesia “Un momento di…verso” a Surano (22 luglio), la menzione d’onore “per l’alto valore poetico” al concorso internazionale di poesia e letteratura “De Finibus Terrae” in ricordo di Maria Monteduro a Santa Maria di Leuca (27 luglio), e il premio al concorso “Versi sotto gli irmici” di Piaggine (provincia di Salerno, l’11 agosto).

Successi e nuovi progetti in cantiere – “Sono felicissimo per questo risultato complessivo ottenuto in pochissimi mesi, e per i tanti apprezzamenti che non ci si aspetta mai, ma che arrivano probabilmente per l’emozione che si riesce a nascondere dietro ogni parola seminata in ogni poesia – racconta il poeta melissanese. – Oltretutto, sono davvero fortunato ad aver collaborato con il maestro Alessandro Quasimodo e il direttore Giuseppe Aletti nel recente progetto ‘Alessandro Quasimodo legge i poeti italiani contemporanei'”. E prosegue: “La mia video-poesia dal titolo ‘La dove s’accendono poesie’, magistralmente interpretata dalla voce dell’attore e figlio del Premio Nobel per la Letteratura, pubblicata su youtube, ha registrato migliaia di visualizzazioni e centinaia di like. Sono numeri che fanno ben sperare, se solo si pensa che la poesia è il genere letterario meno letto ai giorni nostri. Sono fiducioso per ciò che faccio, continuo a farlo con più stimoli e sicurezze, e mi prometto di concedermi una pausa nel desiderio di riuscire a mettere in piedi uno spettacolo poetico-musicale per il 2019.”

Commenta la notizia!