Casarano – “L’importanza della medica di genere oggi” è il tema del convegno organizzato venerdì 23 febbraio dalla sezione Fidapa Bpw-Italy di Casarano. L’appuntamento, patrocinato dall’Istituto superiore della sanità di Roma, dall’Ordine dei medici della provincia di Lecce, dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Lecce e dal Comune di Casarano, è per le ore 17.30 presso la scuola paritaria internazionale “San Giovanni elemosiniere” di via Cavour. «La tematica della medicina e della salute di genere rientra tra le linee guida del tema nazionale della Fidapa per il biennio 2017-2019 e si ripropone di indagare sulle relazioni tra l’appartenenza al genere sessuale e l’efficacia delle terapie nel trattamento di determinate patologie, oltre che comprendere i meccanismi attraverso i quali le differenze legate al genere agiscono sullo stato di salute, sull’insorgenza e il decorso di molte malattie. Gli uomini e le donne, infatti, pur essendo soggetti alle medesime patologie, presentano sintomi, progressione di malattie e risposta ai trattamenti molto diversi tra loro», afferma Anna Maria Tunno, presidente della locale sezione Fidapa. Obiettivo del convegno (moderato da Marta Sindaco, farmacista e socia della Fidapa Casarano) è, dunque, quello di sensibilizzare l’opinione pubblica, le Istituzioni e il mondo scolastico sull’importanza dello studio delle differenze di sesso e di genere, sullo sviluppo di nuovi trattamenti e su un migliore utilizzo delle terapie diversificate e personalizzate per uomini e donne. Il programma prevede i saluti istituzionali della presidente Tunno,  della dirigente della scuola “San Giovanni” Lucia Saracino e del sindaco di Casarano Gianni Stefano. I relatori chiamati a trattare il tema sono Daniela Fusco, responsabile della commissione Pari opportunità dell’Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri della Provincia di Lecce , Anna Maria Moretti, direttore della struttura complessa malattie apparato respiratorio del Policlinico di Bari, Stefania Caiola del Centro di riferimento per la medicina di genere dell’ Istituto superiore di sanità di Roma, Serenella Molendini, consigliere nazionale di Parità supplente e presidente nazionale del Centro di ricerca europea per l’innovazione sostenibile. Le conclusioni saranno affidate a Rosa Vulpio, presidente del distretto Sud-Est di Fidapa Bpw Italy.

Pubblicità

Commenta la notizia!