Maltempo a Gallipoli: “A quando la sicurezza della zona della Giudecca?”

maltempo 1 dicembre

GALLIPOLI. Nuova ondata di maltempo e vecchi problemi. Li ha portati a galla il superciclone Nettuno che, tra sabato 30 e domenica 1 dicembre, ha fatto visita al Salento e soprattutto alla “Città Bella”. Scongiurata la paura di un tornado come quello del 19 novembre, che ha causato alla città danni per 17 milioni di euro, non si sono registrati grossi problemi: “solo” tanta pioggia, vento e mareggiate.

Baia Verde, il centro storico, lungomare Galilei e la piazza della Fontana greca sono state le zone più colpite. Importante il lavoro svolto dai volontari della Protezione civile, davvero encomiabile. Ma al di là degli interventi immediati, servirebbe più prevenzione. La chiede chi, su Facebook, nella giornata di domenica, ha pubblicato un video dal forte impatto visivo: un’onda particolarmente potente si solleva e va ad invadere la passeggiata del lungomare Galilei (all’altezza della Giudecca), la sede stradale e persino il bar prospiciente  (GUARDA qui il video dell'”onda anomala”).

Il fenomeno si è verificato in concomitanza col picco della perturbazione meteo, con vento che soffiava a 70 km orari circa, poco prima di mezzogiorno di domenica. Da considerare che il tornado del 19 novembre scorso soffiava a 170 km orari. Nessuno si è fatto male, certo, ma molto verosimilmente sarebbe potuto succedere. E allora meglio prevenire, meglio mettere in sicurezza una zona che aspetta da tempo questo tipo di intervento: “Fino a quando non verrà ripristinata la barriera di frangiflutti foranea – scrive l’autore del filmato – questa strada, in condizioni di alto rischio, va chiusa al traffico pedonale e automobilistico”.

 

Commenta la notizia!