Litoranea, si cambia

by -
0 1052

Introdotta sulla destra la pista ciclopedonale, con qualche intoppo Parcheggi? Le due rotonde della Baia verde

Gallipoli. La “rivoluzione” è partita. Le spiagge del litorale sud si raggiungono stando attenti alle novità già in essere dai primi di luglio, come anticipato da questo giornale, ed a quelle che stanno per arrivare.

Da Lido San Giovanni al canale dei Samari sul lato sinistro vi sono diversi regimi di parcheggio distinti da strisce bianche (gratuito) e blu (a pagamento). Sul lato destro, scorre la linea gialla che delimita la pista ciclopedonale. In mezzo c’è il passaggio per auto, furgoncini e mezzi di soccorso. Va detto che la pista ciclabile e pedonale non è percorribile ancora nella sua interezza: vi stazionano cassonetti della spazzatura e interruzioni per l’accesso a qualche stabilimento che costringono gli utenti ad “invadere” con qualche rischio la sede stradale. Le operazioni di carico-scarico di merci sono consentite dalle 7 alle 9.

All’interno di Baia verde, lungo via delle Dune che scorre parallela alla litoranea, si stanno installando in questi giorni segnaletica e strisce blu con relativi parcometri.

Per il resto si sta procedendo in base alle indicazioni date dal commissario Ciclosi, che prevedevano delle zone non vincolate che potrebbero ospitare i parcheggi. Ma non quest’anno: occorre una variante urbanistica per poter procedere, quindi tempi se non lunghi, quantomeno non brevissimi. Si sta parlando del resto di una zona umida e sottoposta a varie tutele ambientali per la sua unicità, la stessa che periodicamente fa scattare sequestri quando qualche privato (come nel caso di cui riferiamo nella pagina accanto) mette sbrigativamente mano a ruspe e spianamenti per realizzare proprio parcheggi.

Per questa stagione si troveranno pronte, probabilmente da agosto, due altre zone: sono le due rotonde nella Baia verde che potranno ospitare almeno duecento auto. Nella prossima settimana dovrebbero cominciare le operazioni di adeguamento. Altre vie d’uscita, nell’immediato, non ce ne sono, nonostante che qualche privato avesse dato la propria disponibilità per alcuni terreni a ridosso delle dune: niente da fare a causa dei citati vincoli ambientali.

«Una valutazione non possiamo ancora darla – dice Cosimo Solida dell’associazione Baia verde – vediamo prima tutti gli interventi e poi si capirà se sono stati efficaci oppure no. Il sindaco, con cui ci siamo incontrati già due volte, ci ha assicurato una pattuglia di vigili per far rispettare la nuova segnaletica, anche con la rimozione dei veicoli fuori posto. Vedremo».

Commenta la notizia!