Leopizzi e il “suo” Casarano

alessandro LeopizziALEZIO. Dalla “Polisportiva Don Bosco” al Galatina passando da Casarano, Udine e Southempton. Sono alcune delle tappe più significative della carriera del 34enne Alessandro Leopizzi (foto), il portiere aletino che la prima domenica di marzo, nel campionato di Eccellenza, si è trovato di fronte  il “suo” Casarano. «A Casarano sono cresciuto calcisticamente e ho trascorso più di dieci anni della mia vita. Ritrovarmi da avversario mi ha fatto uno strano effetto, come ritrovarmi contro me stesso. I tifosi mi hanno accolto calorosamente, dedicandomi diversi cori e chiedendomi di “saltare” con loro: l’ho fatto e ne sono fiero. Abbiamo perso la gara e ne sono dispiaciuto: nonostante il mio attaccamento ai colori casaranesi, questo è il mio lavoro e lo porto avanti con serietà. intendo giocare alemno dieci anni altri e mi piacerebbe tornare a Casarano, ma per vincere non per partecipare», afferma Leopizzi.

Commenta la notizia!