L’ecocentro c’è, e la differenziata?

L’econcetro di via Pasolini. Accoglierà i rifi uti riciclabili

Gallipoli. Il tempo di organizzare il servizio e l’ecocentro di via  Pasolini potrà entrare in funzione. La struttura, da febbraio consegnata in comodato d’uso gratuito dall’Ato Lecce 2 (l’autorità sovraterritoriale che per la gestione dei rifiuti urbani) sarà gestita dallo stesso Comune di Gallipoli.

A condurre il servizio sarà, verosimilmente, la Seta, la ditta di Melissano che si occupa della raccolta in città. Toccherà,  comunque, al nuovo sindaco Francesco Errico definire i criteri per la conduzione del servizio.

Nei giorni scorsi il commissario straordinario Vincenzo Petrucci aveva approvato il regolamento per la struttura che consente di integrare e ottimizzare le raccolte differenziate già attive (con risultati insoddisfacenti), dal “porta a porta” al  cassonetto. Tutto ciò garantirà ai cittadini la possibilità di disfarsi gratuitamente dei vari oggetti vecchi  o in disuso, oppure di materiale ingombrante, evitando l’indecorso spettacolo delle discariche abusive a cielo aperto per strada. L’impianto, realizzato con fondi della Provincia di Lecce, sorge nel quartiere Peep. Lo scopo dell’ecocentro è quello di incentivare la raccolta differenziata dei materiali riciclabili e recuperabili contenuti nei rifiuti urbani e di ridurre la quantità dei rifiuti da smaltirsi in modo indifferenziato o in altri impianti di smaltimento. Potranno essere conferiti rifiuti prodotti nel territorio comunale da parte dei residenti dietro presentazione del documento di riconoscimento che dovrà essere esibito al personale di custodia.

I non residenti a Gallipoli, ma comunque temporaneamente occupanti immobili nel territorio comunale, potranno usufruire del servizio purchè in regola con il pagamento della  tassa sui rifiuti urbani. Potranno conferire rifiuti anche le utenze non domestiche.

SIMILAR ARTICLES

Commenta la notizia!