Le Sorelle Gaballo a Taviano: Girodicorte riparte e mette d’accordo Sud e Nord

Taviano – Arte e cultura nel centro storico di Taviano con la seconda edizione della rassegna Girodicorte, organizzata dalle associazioni Bachelet, La Piazza e Terrebruciate. Per iniziare, doppio appuntamento giovedì 5 luglio con la presentazione del libro “A me piace il Sud” (Armando editore) del ricercatore e blogger de “Il Fatto Quotidiano” che dialogherà con Carlo Pasca. A seguire, sempre presso corte Garibaldi, toccherà alle Sorelle Gaballo di Nardò condurre gli spettatori nei meandri della polivocalità salentina: Mimina, Rosaria e Franca, nata e cresciute nelle campagne neretine, saranno accompagnate dall’organettista  Massimiliano Però e dalla giovane tamburellista Zaira Giangreco. «Inauguriamo il nuovo Girodicorte con questa serata omaggio al Sud e al Salento ma con una strizzatina d’occhio anche al Nord, grazie ad una sorpresa nel corso della serata», fa sapere il direttore artistico Donatello Pisanello. Il riferimento è al giovane attore e regista di talento Pietro Mazzoldi, dell’associazione bresciana “Teatro terre di confine”, presente insieme a Marco Poli.

Visite nei vicoli prima degli eventi Il programma della seconda edizione proseguirà il 14 luglio con Giovanni Maria Flick, presidente emerito della Corte Costituzionale, che presenterà il suo ultimo volume “Elogio della Costituzione”. Il giorno seguente, domenica 15, il vaticanista del Tg1, Fabio Zavattaro porterà a Girodicorte il volume “Stile Bergoglio, effetto Francesco”, mentre domenica 22 sarà il turno dello storico Paolo Mieli che presenterà “La storia del comunismo in 50 ritratti”. Ma la rassegna di quest’anno non prevede solo libri: il 20 luglio, infatti, il Nogenovatour farà tappa nel centro storico tavianese con il duo Max Manfredi-Federico Sirianni, cantautori eredi della nobilissima tradizione genovese. Manfredi, in particolare, era molto caro a Fabrizio De Andrè, tanto da duettare con lui nel famoso brano “La Fiera della Maddalena”. Girodicorte nasce con l’intento di far rivivere piazzette, stradine e case e corte del centro storico del paese (da visitare prima degli eventi in programma) un tempo luogo di condivisione e di incontro.

Commenta la notizia!