Le proposte di “Riviera”, la nuova associazione neretina

quattro-colonneNardò. C’è un litorale da curare e salvaguardare e a questo vuole pensare l’associazione “Riviera neretina”, che sin dalla sua costituzione, nel pieno della scorsa estate, ha cercato di relazionarsi con l’Amministrazione comunale proponendo dei progetti di riqualificazione. Negli elaborati viene messo in evidenza il problema della pulizia della sorgente di S. Maria al Bagno: «Bisogna spostare la barriera frangiflutti che è stata rimossa – spiega il prof. Dario Falconieri, vicepresidente del sodalizio, che cura la parte tecnica – perché i detriti portati dalle correnti fanno sì che ogni anno si spenda denaro per la pulizia; si può fare tra gennaio e febbraio, sfruttando la bassa marea, e la disponibilità del sindaco mi sembra sincera». Ci sono poi progetti che richiedono sicuramente tempi più lunghi e finanziamenti più onerosi per cui rivolgersi ad enti più grandi del Comune. Tra questi, la riqualificazione di Torre Squillace: «Si tratta di una zona da sempre abbandonata – continua Falconieri – che grazie alla sensibilità di un socio è stata messa in evidenza, ed è stato possibile realizzare i primi piccoli interventi per evitare i pericoli sulla spiaggia affollata da camper e non da bagnanti. Proporremo il progetto per un parcheggio”. Infine l’idea di una rotatoria sulla Provinciale 108 (con svincolo da creare sulla 90) per decongestionare il traffico a S. Maria.

Commenta la notizia!