Le illustrazioni di Fabio De Donno tra Smemoranda e Mondadori

di -
0 908

Sannicola. Tutti gli adolescenti d’Italia che da tre anni a questa parte leggono, sfogliano, utilizzano l’agenda Smemoranda, sappiano che a Sannicola l’illustratore Fabio De Donno, realizza le sue vignette.

Il tema di quest’anno, “Dream, dream, dream”, si intona con lo stile dell’autore salentino che in questi giorni, sino al 24 luglio, presenta le proprie opere pittoriche a Lecce in via Palmieri per il gallerista Mario Passabì e l’associazione culturale Arca.

«Tutte le mie opere nascono dall’ispirazione di Alice e Matteo, i miei figli di 4 e 9 anni, un tesoro di creatività e sogno che mi impegno a portare su tela», dice l’artista. L’autore vende le sue opere anche attraverso le gallerie La Pietra di Martina Franca, il Soqquadro di Ostuni e Tornabuoni di Firenze.

Un'opera di Fabio De Donno

Illustra fiabe per “Cuore e mani aperte” l’associazione che fa clown terapia presso il “Vito Fazzi”, sue le decorazioni della stanza pediatrica e dei camici dei medici. Attualmente due i progetti che sta realizzando a Cremona: un calendario illustrato per l’associazione Tapirulàn, assieme ad altri 11 colleghi; e, con altri 23 illustratori, una cartina tematica turistica per l’amministrazione comunale. «A me è stato chiesto di realizzare le 3T di Cremona: Turòn, Turàz, Tettaz, cioè torrone, il dolce, terrazzo, la torre campanaria, tettazze, le grandi tette per cui sono famose le signore del luogo».

Carmen De Stasio, critico d’arte alla presentazione della mostra leccese commenta così: «La sua capacità di immaginazione ha base di indagine nella realtà caratterizzata dalla complessità e dalla nascosta dimensione del sogno». Il gallerista Passabì, che dal 2002, con l’associazione Arca, promuove l’arte in sede stabile, afferma: «De Donno è unico nel suo genere, non rispetta i canoni delle scuole pittoriche, ma li reinventa in nuove armonie. È un autore che espongo con orgoglio».

MCT

Commenta la notizia!