La via dell’ospedale e del boom cittadino

by -
0 1398

ospedale e via circonvallazione - foto 1975 di marco stefano da carusa.it - casarano

CASARANO. Fino a non molti anni fa era la “Circonvallazione” della città, ovvero la strada che delimitava a nord-est Casarano e la sola che portava al capoluogo, passando da Maglie o Galatina.

Solo nel 2002, la strada che dall’ospedale porta verso la Provinciale per Collepasso, è stata intitolata a Francesco Ferrari, senatore della Repubblica scomparso nel 1975. A lui Casarano deve la propria trasformazione da centro rurale a città dei servizi, con le tante scuole, i numerosi uffici pubblici e l’ospedale (a lui già intitolato) aperti grazie al suo interessamento.

Negli anni, pur conservando la stessa conformazione, il viale ha mutato “anima” diventando, per eccellenza, la strada del commercio.

Non solo conduce, infatti, ad una vera e propria “cittadella commerciale” ma si è andato arricchendo di molti negozi anche nel tratto urbano. Lì dove sino agli anni ’90 c’erano i magazzini Standa da tempo c’è un negozio di elettronica, ma non mancano i pub (c’è ne sono due tra i più frequentati della zona), una farmacia (e c’è pure una para-farmacia), il  negozio di una nota catena di arredamento, un discount alimentare e sta pure per arrivare (proprio accanto a quest’ultimo) un outlet di abbigliamento grazie alla ristrutturazione (in corso da alcuni mesi)del vecchio capannone di materiale ferroso.

Nella parte alta, la strada conserva due tra gli istituti scolastici superiori più grandi con l’Istituto tecnico Commerciale “De Viti De Marco” accanto all’Industriale “Meucci”. Fino al 1981 era proprio l’allora Circonvallazione ad ospitare (nei pressi dell’attuale farmacia) il distaccamento dei Vigili del fuoco poi soppresso così come quello successivo (ma su base volontaria) nella zona industriale.

Periodicamente torna d’attualità la proposta di sfruttare meglio una delle poche strade cittadine dotate di spartitraffico centrale rendendo (almeno sino a via Nardò) le due corsie a senso unico per evitare i consueti ingorghi tra via Cuoco e via Giotto.

La recente modifica apportata proprio nei pressi dell’ingresso dell’ospedale sembre, però, andare nella direzione opposta.

 

Commenta la notizia!