La torre “pende”: al via i lavori

di -
0 567

Alezio. Non sarà quella di Pisa ma anche la torre civica addossata alla chiesa dell’Addolorata “pende”. La sostituzione (avvenuta negli anni) delle assi di legno, in grado di assorbire le vibrazioni, con assi di metallo ha provocato, infatti, una pericolosa inclinazione della struttura campanaria tale da rendere necessari i recenti lavori di messa in sicurezza ad opera della ditta Roberto Leopizzi. I lavori sono eseguiti a cura della parrocchia dell’Addolorata, proprietaria della torre ceduta dal Comune verso la fine degli anni ‘40. Di proprietà comunale è, invece, l’orologio che è all’interno della torre. Attualmente non è in funzione non perché guasto, ma perché “fermo”: le sue vibrazioni potrebbero, infatti, compromettere ulteriormente la stabilità della struttura pericolante. Il nuovo parroco don Antonio Minerba, non appena sarà in possesso della documentazione ufficiale relativa a tale cessione, potrà avviare i lavori di riparazione e consolidamento della parte superiore della torre campanaria attraverso un progetto in collaborazione con la Soprintendenza ai Beni architettonici e paesaggistici.

RM

Commenta la notizia!