La sfida è servita: la lista di Vincenti

Antonio Vincenti

Antonio Vincenti

 

TUGLIE. Si pone in continuità con il programma delle precedenti elezioni, il programma amministrativo della civica “Bene comune” con il candidato sindaco Antonio Vincenti. Un “patto leale” tra i cittadini, capace di superare il passato e “innovare profondamente metodi e progetti dell’Amministrazione”. Si punta su un modello democratico “in cui le decisioni siano il frutto di una discussione aperta”. Il primo atto della nuova Amministrazione, in caso di vittoria, sarà l’adozione del Bilancio sociale partecipato. Tra i punti principali del programma si segnala la trasformazione dell’attuale Piano urbanistico generale con un “Piano strategico e territoriale dei beni comuni”.

Si punta, poi, al reperimento di risorse finanziarie pubbliche e private per ridisegnare i servizi pubblici, puntando anche alla creazione di imprese innovative, sociali e culturali. E poi la realizzazione di un progetto di distribuzione dell’energia, di valorizzazione del centro storico, rivalutazione delle Ferrovie del Sud-Est, creazione di un patto di comunità nell’ambito della Città policentrica e nei programmi regionali di Cittadinanza attiva, una nuova politica green per Montegrappa, valorizzazione della biblioteca comunale, anche al centro del Sac; coinvolgimento dei giovani talenti tugliesi. Il programma, poi, si concentra sull’efficienza, economicità e trasparenza puntando sull’adozione di sistemi informatici gratuiti per gli uffici comunali, Consigli comunali in live streaming, eliminazione dei costi inutili per le commissioni e le nomine.

Si punta, poi, alla rimodulazione del servizio di raccolta dei rifiuti “per passare al 60%, riducendo il costo del servizio”; realizzazione di nuove aree verdi, riqualificando quelle esistenti; piano strategico del verde salvaguardando il suolo agricolo coltivabile minimo, abbattimento delle barriere architettoniche, ripristino delle strade urbane ed extraurbane, individuazione di una nuova area commerciale e artigianale da destinare alla creazione di nuove iniziative d’impresa attraverso i fondi Nidi della Regione Puglia, realizzazione di un piano comunale di viabilità. Previsione di un sistema di noleggio gratuito di biciclette, installazione di fontane ecologiche, creazione di aree attrezzate e di un ricovero pei cani. Acquisizione di Villa Aragona per un progetto di risanamento storico-culturale e il relativo collegamento tra via Santa Maria Goretti e via Aragona; creazione del mercato agricolo a “Km zero”.

Si punta anche alla connettività Wifi gratuita, alla creazione di un blog per i giovani, alla promozione delle fattorie sociali, alla riqualificazione del palazzetto dello sport, alla creazione di un “centro salute pubblico”, alla condivisione con la parrocchia di un progetto per la fruizione del campo sportivo di via Risorgimento ed all’istituzione dello “Sportello anti-violenza”.

Commenta la notizia!