La sfida culturale di “Poieofolà” al Baronale di Collepasso: al via “Il Tempio delle Fole” con Sofocle

Poiefolà

Gallipoli – La sfida culturale di “Costruzioni teatrali – Poieofolà” partita da Gallipoli, ora si realizza sul palco del Palazzo Baronale di Collepasso con la prima stagione di dramma antico e teatro di letteratura ““Il Tempio delle Fole”. Dal 28 aprile fino al prossimo 20 maggio (dal giovedì alla domenica alle ore 20.30), la neonata cooperativa, sorta in seno alla ventennale esperienza della compagnia di spettacolo “Ragazzi di via Malinconico” di Gallipoli (dal nucleo formato da Roberto Treglia, Alberto Greco, Riccardo Abbate, Luana Greco), accenderà i riflettori sulla tragedia greca con le imponenti e visionarie messinscena di Edipo Re ed Antigone di Sofocle, seguendo il progetto “standard” di un teatro greco: palcoscenico circolare e cavea a piani rialzati, recitazione in metrica greca (distici elegiaci e trimetri giambici), colonna sonora originale. “Nuove visioni al pubblico e un’alternativa alla frenetica movida dell’estate salentina” dice Roberto Treglia, direttore artistico della cooperativa e regista degli spettacoli, pronto a proporre una chiave di lettura inconsueta e un allestimento “visionario”.

Il cast e la colonna sonora Il cast è formato da artisti di tutte le età, provenienti da tutta Italia, di cui molti pugliesi, selezionati tramite casting. Tra gli interpreti anche due bambine salentine di 6 e 8 anni. L’intero cast è stato selezionato dopo attente audizioni che vedevano coinvolti attori di ogni età da tutta Italia. Saliranno sulla scena durante i due spettacoli: Roberto Marius Treglia, Cinzia Corrado, Laura Cortese, Alberto Greco, Luigi Mba Pi Tricarico, Giuseppe Calamunci Manitta, Riccardo Abbate, Emanuele Frisenna, Fiorella De Mitri, Annalisa Gallo, Luana Greco, Isaura Scorrano, Chiara Tricarico, Silvia Carrino, Francesca Trianni, Tiziana Renni, Tommaso Fiorentino, Desy Codognotto, Yvonne Di Sancarlo, Mariagrazia Pisanello; Corpo di ballo: Mario Sansò, Adriano Cortese, Maria Tricarico, Imma Maggino, Rosa Carrozza, Gioia Luperto, Marta Piccolo, Martina Greco, Lucia Vincenti, Fabio Corciulo, Maria De Vita, Stefania Occhilupo, Emanuela Polo, Francesca Manzolelli, Desirè Casole. La colonna sonora degli spettacoli è inedita, prodotta dalla casa d’incisione Corrado Production.

La scelta della location Per la particolare organizzazione dello spazio, secondo lo “standard” del teatro greco, sarà garantita una visuale omogenea e totale da qualunque postazione, in un autentico chiostro del castello medievale di Collepasso, datato 1200 d.C. La scenografia realizzata ad hoc sarà contestualizzata al registro stilistico dell’opera rappresentata incorporando l’architettura storica della location. La rassegna rientra nel calendario di eventi promossi attraverso il circuito dell’associazione nazionale Borghi autentici d’Italia e gode del patrocinio della Provincia di Lecce e dei comuni di Gallipoli, Collepasso, Taurisano e Alezio.

Le scuole diventano protagoniste Grande attenzione è riservata anche ai più piccoli, con una sezione della rassegna indirizzata alle scuole e progetti collaterali per gli studenti protagonisti “in scena”. Dal 2 al 15 maggio a partire dalle 10, il Palazzo Baronale ospiterà i matinée per le scuole superiori, con un focus sul legame tra storia della civiltà e del pensiero greco e letteratura classica ed emozioni vibranti. Con “L’agora del baratto” Poieofolà è al lavoro anche su una rassegna collaterale (a partire da settembre) in cui i giovani avranno modo di esibirsi in una “piazza” adiacente al “tempio delle fole” e di “barattare” il proprio spettacolo con quello di altre classi e istituti. Alle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado è dedicato invece “Fole nello zainetto” che scommette sul fascino del tema fiabesco: due i progetti in svolgimento da febbraio scorso e fino a giugno: “Non c’era una volta”, ispirato ai fratelli Grimm, per i più piccoli, e “Dante l’investig-autore”, per la scuola secondaria, che richiama con fantasia la vita del Sommo Poeta.
Pensata soprattutto per istituti scolastici e accademie propensi a “gite di istruzione” nel Salento con approfondimento del segmento teatrale e letterario è la proposta avanzata dalla cooperativa in collaborazione di operatori del settore, per la creazione di veri e propri pacchetti turistici. La cooperativa salentina offre agli ospiti infatti la possibilità di aderire a circuiti educativi storico-culturali, itinerari e visite guidate per musei, seminari gestiti dagli enti e dalle associazioni partner. Finora gli itinerari proposti riguardano luoghi di interesse dei comuni di Gallipoli, Alezio, Ugento Collepasso. “Amo il teatro tanto quanto la mia terra – dice il regista della rassegna Roberto Treglia. Voglio fare teatro nella mia terra, voglio che la mia terra diventi teatro con le sue bellezze naturali e architettoniche e sono certo che il nostro lavoro offra nuove visioni al pubblico e un’alternativa culturale alla frenetica movida dell’estate salentina”. Tutti i dettagli sul sito www.poieofola.it

Commenta la notizia!