Salve – La piscina in campagna “s’allarga” e scatta il sequestro dei carabinieri della Forestale. In tre sono stati denunciati, in stato di libertà, per aver realizzato interventi edilizi in zone sottoposte a vincolo in difformità del permesso e per lavori su beni paesaggistici in difformità dell’autorizzazione: si tratta di A. F. (41 anni, residente in Belgio), F.P. (62 anni di Castrignano del Capo) e A. R. (56 anni di Alessano). L’abuso edilizio, in località Montani, consisteva nella realizzazione di una piscina più grande del previsto, pari cioè a 70 metri quadrati invece dei 40 autorizzati, e per giunta in calcestruzzo. L’intervento, inoltre, era stato autorizzato purchè “fuori terra con i caratteri della reversibilità e amovibilità”

Pubblicità

Commenta la notizia!