La festa e l’affresco

Scalinata Madonna della ColturaPARABITA. Impensierita solo da una leggera pioggerella che ha interrotto l’atteso lunedì di festa (con il programma rinviato di 24 ore), la tre giorni per la patronale della Madonna della Coltura è stata una delle più seguite e apprezzate degli ultimi anni, con un bilancio più che positivo. Tra le chicche 2014, l’allestimento della scalinata della Chiesa Matrice con un’immagine della Vergine (nella foto di Leonardo Negro) a cura dello studio “Infinito perfetto” e l’apertura straordinaria della chiesa dell’Umiltà, con l’affresco quattrocentesco “Presentazione di Maria al tempio” tornato a Parabita per l’occasione dopo 60 anni. Grande successo anche per “Barrio vecchio”, che ha bissato il successo degli anni precedenti confermandosi declinazione irrinunciabile del calendario parabitano. Unico intoppo, lo slittamento dell’incendio pirotecnico del campanile al martedì (che qualche malpensante ha attribuito al recente gemellaggio con la patronale di Matino). Sfottò di ritorno.

Quando era piccola, suo papà le ha insegnato a guardare al cielo senza vederci solo l’azzurro. Da grande ha capito, poi, che quelle immagini si potevano tradurre in parole. Un foglio bianco come un pentagramma senza righe né spazi per fare musica con le lettere. Laureata in Filosofia a Pavia, giornalista pubblicista, collabora costantemente con Piazzasalento da Giugno 2011.

Commenta la notizia!