La campanella suona tra qualche problema e tante aspettative

by -
0 509

IMMOBILI RISISTEMATI Dal punto di vista strutturale non ci dovrebbero essere problemi per l'inizio dell'anno scolastico. Risolta la situazione della succursale del "Vanini" un via Sesia (foto sopra) e quella del "Meucci"

Casarano. Anche a Casarano tutti in classe il 12 settembre per la ripresa delle attività scolastiche. Salvo smentite dopo i primi giorni di scuola, non sembrano esserci grossi problemi con le strutture pronte ad accogliere l’esercito delle migliaia di studenti che raggiungono quotidianamente Casarano dai paesi del circondario.

«Non abbiamo ricevuto particolari segnalazioni o richieste»  fanno sapere dall’ufficio tecnico comunale in relazione agli immobili di proprietà comunale (lì dove sono gli istituti comprensivi). In ogni caso gli stessi tecnici sono pronti a mettere le mani avanti visto che per eventuali interventi «occorrerà comunque fare i conti con le croniche difficoltà finanziarie dell’Ente».

Quindi sì ad eventuali piccoli aggiustamenti o ritocchi, con la speranza che non si appalesino grossi problemi. Per l’inverno, occorrerà poi fare i conti con i rifornimenti del gasolio (molti istituti sono ancora privi del gas metano).

Tra gli istituti superiori sono stati risolti i problemi della succursale del Liceo Scientifico “Vanini” di via Sesia. «L’anno scolastico prende il via regolarmente con i lavori già eseguiti nei mesi scorsi» afferma Sergio Pagliara, dirigente della scuola che conta ben 54 classi. Il problema della sede di via Sesia era stato più volte sollevato dagli stessi studenti (anche con degli scioperi) per l’allagamento di alcune aule causato da  infiltrazioni dal soffitto e dai muri. Anche gli ispettori della Asl avevano rilevato ambienti “poco salubri” e per questo multato l’ente Provincia. Ultimati i lavori è giunto anche l’ok da parte dei tecnici che hanno autorizzato l’avvio del nuovo anno scolastico.

Un intervento di manutenzione straordinaria è atteso anche per l’Istituto tecnico industriale “Meucci” grazie ad un  progetto appena approvato da Palazzo dei Celestini che avrà ad oggetto le facciate e le coperture della sede di viale De Matteis insieme all’installazione di un ascensore per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Per le scuole dell’obbligo da segnalare lo sdoppiamento delle primarie del Polo 3, già in atto dallo scorso anno, tra la sede centrale di piazza San Domenico e la succursale di via IV Novembre, con difficoltà logistiche per quanti hanno più figli che frequentano la scuola.

Lo sdoppiamento allora si rese necessario in virtù dell’accorpamento tra due istituti comprensivi.

SIMILAR ARTICLES

Commenta la notizia!