Alla guida del treno “Italo” c’è un matinese doc

by -
0 3224

Jacopo Angelé è macchinista di uno dei nuovissimi Italo

Matino. Alcuni giorni fa a Milano è stato inaugurato “Italo”, il primo treno ad alta velocità della società “Nuovo trasporto viaggiatori”.

Si è trattato di un evento eccezionale sia perché la società, presieduta da Luca Cordero di Montezemolo, rappresenta il primo operatore privato sulla rete ferroviaria italiana, sia perchè uno dei macchinisti, impegnato proprio nel viaggio inaugurale, è originario di Matino. Si chiama Jacopo Angelè, ha 29 anni e dal 2009 di professione fa il macchinista per treni ad alta velocità.

«Quando mi hanno detto che avrei guidato “Italo” nel giorno dell’inaugurazione non riuscivo a crederci. Il binario di Milano Porta Garibaldi era pieno di fotografi e giornalisti, oltre che di passeggeri – afferma Jacopo – ero emozionato, mi sudavano le mani e cercavo di sorridere per non farmi vedere nervoso, poi mi sono chiuso in cabina, sono partito ed è stato tutto molto più semplice».

La sua avventura, oggi diventata un lavoro, inizia per caso. Jacopo si è trasformato da informatico a macchinista nel 2008. «Avevo bisogno di fuggire dalla routine, di fare qualcosa di diverso, ma soprattutto iniziavo a capire che potevo fare e dare di più, avere più responsabilità ed esprimermi in modi e contesti diversi. Sapevo di lasciare un posto sicuro per ricominciare a studiare con il rischio di non riuscire a superare gli esami», afferma il ragazzo.

Il tempo gli ha dato ragione e così Jacopo è riuscito a conquistare uno dei 50 posti (su 900 candidati). «Nel primo viaggio avrei voluto avere con me gli amici e la mia famiglia che, nonostante la lontananza, mi sono stati sempre accanto», conclude Jacopo.

Maria A. Quintana

Commenta la notizia!