L'ipotesi Petrucci fa già discutere

di -
0 667

L'ex magistrato Aldo Petrucci

Gallipoli. Ha fatto molto rumore nel mondo degli addetti ai lavori la notizia che qualche big del Pdl stia pensando al magistrato in pensione Aldo Petrucci quale candidato sindaco della prossima primavera.

La lettura degli apprezzamenti pubblici rivolti all’ex procuratore della Repubblica dal senatore pdl Giorgio Costa durante una cerimona pubblica, è sembrata una vera e propria “investitura” ad alcuni esponenti politici locali dello stesso partito, che l’hanno subito avvalorata come tale, ma è stata anche una indicazione indigesta, se è vero che gli stessi si sono affrettati a respingere l’ipotesi che “un forestiero ci imponga il candidato”; qualcuno ha subito messo dei paletti: basta con la società civile, spazio a uomini di partito.

Per altri invece le parole di Costa (“…quel Procuratore non ebbe timore nell’aggredire la mala pianta anche laddovve era nato: in Gallipoli… non scordatevi del vostro illustre concittadino”) erano dei semplici e sentiti riconoscimenti al valore del magistrato.

Nel centrodestra, ferito non tanto dalla fine traumatica ed anticipata del Consiglio comunale (“meglio un pessimo commissario che nu bellu sindacu” ha rivendicato l’on. Barba durante il convegno del Ppdt), quanto dal ribaltone del suo sindaco, Giuseppe Venneri, poi alleatosi col Pd, si sta guardinghi e poco fiduciosi che non si ripetano gli “errori del passato”.

Ancora una volta l’ha spiegato chiaramente il deputato gallipolino, che certo non le manda a dire: «Non saremo così stupidi da perseverare nell’errore Venneri; mi riferisco al metodo seguito. Certamente non sarà più così: non ci saranno più scelte non condivise (l’indicazione di Giuseppe Venneri non fu bene accetta dal parlamentare, che infine vi aderì dopo molte pressioni di esponenti nazionali del partito, ndr)  e non concordate». Tutti nel centrodestra sono avvisati.

Resta comunque verosimile una ipotesi Pettrucci, intorno al cui nome si starebbe formando un gruppo di sostenitori di diversa provenienza ma rigorosamente senza partito. Non è la prima volta che in prossimità di elezioni cittadine spunta il suo nome, ma questa volta potrebbe essere quella buona, anche se non tutti la pensano così a quanto pare.

Commenta la notizia!