Se n’è andato a 30 anni. Tutto il paese sgomento

by -
0 1339

Cosimo Luigi Urso

Taurisano. Se n’è andato poco dopo l’alba, mentre si stava recando, come ogni mattina, a fare il manovale. Lo attendeva una giornata di duro lavoro in cantiere, e invece Cosimo Luigi Urso – conosciuto da tutti con il diminutivo Gigi – su quella strada ha trovato la morte.

Erano circa le 5.30 del 31 maggio e il giovane 30enne stava percorrendo la provinciale che collega Supersano a Scorrano. In contrada «Vignanova» ha perso improvvisamente il controllo della sua Renault Megane ed è andato a finire contro un albero d’ulivo. L’urto è stato violentissimo, e la scena che si è presentata ai soccorritori agghiacciante.

Nell’impatto l’auto si è letteralmente spaccata in due, e Gigi è morto sul colpo. Ai medici del 118 non è restato altro da fare che trasportare il corpo, estratto dalle lamiere con l’aiuto dei vigili del fuoco, all’obitorio dell’ospedale di Scorrano.

Così tutto il paese si è ritrovato, purtroppo per l’ennesima volta, a vivere giorni di sgomento. In tanti si sono stretti intorno alla famiglia dello sfortunato ragazzo, composta dal papà Giuseppe – molto conosciuto in paese per il suo lavoro di salumiere in un supermercato del centro -, dalla madre Gina Rattazzi, dal fratello Oliviero, dalla sorella Ilaria e da due nipotini.

Gigi, da poco separato dalla moglie, era conosciuto da tutti come un ragazzo con la testa sulle spalle, sempre gentile ed educato. Un giovane che, tra le sue passioni, aveva quella per le moto. Faceva parte di un gruppo di centauri che si riuniva per condividere l’amore per i motori e e che gli ha dato l’ultimo saluto  accompagnandolo con due lunghe file di bolidi.

Pierangelo Tempesta

Commenta la notizia!