In vacanza per tutta la vita

by -
0 940

Il titolare della tabaccheria-ricevitoria "Racale vincente"

Racale. Nascondere gli anni? e perché? Porta bene dire quanti sono e, se sono quelli della moglie, addirittura giocarli. Un “omaggio” che ha reso un operaio del posto turista per tutta la vita. Un biglietto da 5 euro “grattato” in quella che ormai sarebbe giusto definire la “ricevitoria della fortuna” considerate le vincite che sono state realizzate finora. Certo quest’ultima per le modalità con cui è avvenuta ha davvero del singolare.

Una moglie che compie 47 anni, un marito che va a comprare un “gratta e vinci” e chiede che gli venga dato il biglietto proprio con quel numero progressivo. Di solito un  numero vale l’altro davanti alla dea bendata, ma in questo caso non è andata così, perché l’intenzione di “ricordare” così la moglie ha fruttato una rendita per 20 anni. La vincita, infatti, funziona in questo modo: 200mila euro subito, 6mila al mese per vent’anni e infine 100mila per saldo finale. Turista per sempre, quindi, con tutta la famiglia.

Alla tabaccheria rivendita n. 13 “Racale vincente” di Rita Carlino alle scene di gioia dopo le vincite dovrebbero essere abituati perché hanno venduto biglietti che hanno “fruttato” in passato anche 100mila euro. Certo quest’ultima è stata la più alta e non c’è da meravigliarsi se dopo la grattata di rito l’operaio abbia abbracciato piangendo di gioia il titolare. Per la loro ricevitoria hanno scelto un nome che è già tutto un programma: come non sentirsi invogliati a tentare la fortuna?

E anche questa volta il titolare Giuseppe Sanapo si è detto felice di poter dispensare fortuna ai suoi clienti soprattutto in questo periodo in cui a volte c’è difficoltà a fare il turista anche per un fine settimana.

C’è chi pensa, naturalmente scherzando, che il matrimonio dell’operaio vincitore non potrà mai entrare in crisi. E come potrebbe dopo che la moglie  per il solo fatto “naturale” di avere 47 anni gli ha permesso di fare il turista per sempre? Sarebbe quanto meno da ingrati.

Commenta la notizia!