In piena notte campane a stormo: è mistero

by -
0 843

Melissano. Notte fonda, tutto ovviamente tace in paese. Siamo a cavallo tra sabato e domenica e si dorme beatamente. Per molti, il giorno dopo sarà dedicato al riposo, allo svago, al ritrovarsi con familiari e amici.

Il buio più fitto sta per cedere il passo all’aurora. Siamo a Melissano, nella zona 167, quartiere residenziale, periferia della cittadina. Sono le 3.52 in punto. A quell’ora i più giovani staranno rincasando, dopo una serata trascorsa in qualche locale della costiera salentina, per la luna interminabile festa dell’estate 2011. Qualcun altro, invece, sta per svegliarsi, magari per andare a lavorare nei campi, anche di domenica. C’è chi lo fa, pure per curare il proprio orto.

È notte fonda, tutto sembra tacere… Ma “sembrare e non essere – diceva Metastasio – è come filare e non tessere”. Infatti, da almeno un mese e mezzo a questa parte, la tradizionale calma notturna viene – per brevi tratti, a dir la verità – interrotta da un suono improvviso. Alle 3.52 in punto della notte tra sabato e domenica. Sono le campane della vicina chiesa di Gesù Redentore, che improvvisamente e senza motivo suonano a festa, come per richiamare i fedeli alla messa domenicale delle 10. Solo sette o otto rintocchi, non di più. Ma quelle quattro campanelle, all’apparenza così rassicuranti, possono anche giocare sinistri scherzetti.

Certo, svegliarsi di botto (per chi ha il sonno leggero) a causa delle campane, non dev’essere piacevolissimo, soprattutto nel fine-settimana. Errore o guasto tecnico? La vicenda assume, comunque, contorni nebulosi. E’ certo che molti di coloro che abitano tra via Pietro Bianchi, via Enrico Fermi e dintorni, hanno avvertito il misterioso scampanio notturno, probabilmente dovuto ad un malfunzionamento del sistema che ne regola il meccanismo o anche ad un’erronea programmazione dello stesso.

Sembra si possa quindi escludere, al momento, la pista che porta ad un sagrestano insonne.

MM

Commenta la notizia!