In aula l’eccellenza secondo tradizione

di -
0 577

Alliste. È tempo di pagelle all’istituto comprensivo “Italo Calvino”, ma gli allievi stiano tranquilli. Sotto esame è la scuola stessa che ha scelto di sottoporsi a due processi di valutazione esterni ministeriali, il Caf e il Vales, da cui partiranno azioni di miglioramento miranti all’eccellenza.

Una parola chiave, quest’ultima, all’interno dell’istituzione educativa diretta da Filomena Giannelli che precisa: «Possiamo avere studenti eccellenti solo se lo sono i loro docenti. La formazione corre su binari paralleli, con continui scambi tra insegnanti e allievi, e fra scolari delle diverse età, grazie a strumenti come la piattaforma Innovascuola e la scheda di valutazione verticale». Quando l’eccellenza non è solo una parola chiave, dunque, ma anche un “fatto cardine”: il Ministero ha riconfermato l’istituto “Calvino” presidio di formazione (indirizzata ai docenti) in ambito scientifico e tecnologico, inoltre presidio per la legalità.

È ovvio che ne beneficeranno anche gli studenti destinatari di numerosi progetti: “Pet therapy” (che educa al rapporto con gli animali); “Comenius” (per il dialogo interculturale); “Classe 2.0” (per l’utlizzo, in aula, di tablet, pc e lavagne interattive); “Musica 2020” (per l’apprendimento di uno strumento musicale). Continuano anche il “Piedibus” (educazione stradale e ambientale), i Pon (per l’ampliamento dell’offerta formativa), e prosegue l’attenzione ai diversamente abili (circa trenta allievi) grazie a percorsi in collaborazione con le comunità locali e con le Asl.

Una formazione a 360 gradi  che avverrà “full time”: da ottobre partirà il tempo pieno per la primaria e la secondaria, perché così «si apprende di più e meglio», fa sapere la dirigente che tiene anche a sottolineare sensibilità e collaborazione della polizia urbana e dell’Amministrazione comunale. Al sindaco Renna, però, chiede di non dimenticarsi della sua promessa, circa la realizzazione di un’opportuna segnaletica indicante la scuola di via Montello.

Roberta Rahinò

Commenta la notizia!