Solai, pannelli e polemiche

di -
0 593

La scuola elementare di via Roma

Parabita. Impianti fotovoltaici per l’autoproduzione di energia elettrica e termica in arrivo su sei edifici pubblici comunali. Tra questi le scuole materne di via Berta e via Fagiani, la scuola elementare di via Roma, il palazzo municipale, lo stadio comunale e palazzo Ferrari.

Il Comune avvierà a breve una  procedura di gara per l’affidamento del servizio a terzi con le modalità del “conto energia”. Gli impianti avranno una potenza complessiva di circa 90 kw e produrranno in un anno energia elettrica pari a 130.500 kw/h.

L’installazione, la manutenzione ordinaria e straordinaria degli stessi, così come  la fornitura energetica su ciascuno degli edifici saranno a totale carico dell’azienda che sottoscriverà con il Comune un contratto ventennale.

L’Amministrazione comunale, che ad oggi spende circa 100mila euro all’anno per le varie utenze, verserà ogni anno (e per i prossimi 20) una somma analoga all’azienda appaltante, la quale garantirà, oltre al servizio, anche i lavori di ottimizzazione tecnologica e l’adeguamento normativo degli impianti, interventi che sarebbero costati circa 650mila euro alle casse comunali.

Pareri sfavorevoli sul progetto giungono, però, da parte dell’opposizione consiliare. «Anziché affidare a terzi, cosa che non riteniamo conveniente, il Comune potrebbe attingere dagli incentivi e dai finanziamenti “Poi Energia”», ha affermato Marco Cataldo il consigliere del gruppo “Bene Comune”.                              

DP

Commenta la notizia!