Muro Leccese – Ancora denunce a carico di chi fa lavorare in nero e senza alcuna garanzia immigrati irregolari. I carabinieri di Muro Lecce, alla fine di indagini ed accertamenti, hanno denunciato A. P. nato a Giuggianello 54 anni. La ditta individuale di proprietà del denunciato all’autorità giudiziaria, aveva alle proprie dipendenze sei operai dei quali tre irregolari: uno di 40 anni di Maglie; uno di nazionalità rumena di 46 anni; un ganese domiciliato a Giuggianello, privo di passaporto e permesso di soggiorno. Nessuno di loro aveva un contratto di assunzione.

La denuncia per il titolare della ditta è di lavoro subordinato di manodopera immigrata e favoreggiamento per permanenza di clandestino o irregolare. L’uono di nazionalità africana è stato portato all’Ufficio immigrazione della Questura di Lecce perché si proceda al’espulsione. Il datore di lavoro è stato anche segnalato alla Direzione provinciale del lavoro di Lecce per l’applicazione delle sanzioni del caso.

Nei giorni scorsi sempre a Muro i carabinieri denunciato per gli stessi reati ipotizzati prima,  M. D. nato il provincia di Salerno e residente a Porto Cesareo, 58enne. Per conto suo stava svolgendo attività lavorativa un cittadino indiano di 35 anni, senza fissa dimora e sprovvisto di documenti e permesso di soggiorno. L’uomo di nazionalità indiana è stato consegnato alla Questura per l’espulsione ,mentre il denunciato è stato anche segnalato alla Direzione provinciale del lavoro di Lecce.

Pubblicità

Commenta la notizia!