Ilaria Calosso, la supervotata

di -
0 721


Gallipoli. 
C’è chi la sua vittoria elettorale l’ha già ottenuta. A pieni voti, oltre novecento. E figura nel carnet dei quaranta studenti eletti nell’ottavo Parlamento dei Giovani della Puglia, progetto promosso dal Consiglio regionale d´intesa con l’ufficio scolastico pugliese.

La nuova assise parlamentare dei giovani è ora composta da 34 ragazzi e 6 ragazze, e tra queste la più suffragata è la gallipolina Ilaria Calosso, 18 anni, studentessa del quinto anno (sezione D) del liceo Scientifico sperimentale (ex Brocca) Quinto Ennio. Sono stati quasi 100mila gli studenti che hanno partecipato in tutta la regione con entusiasmo (il 25% in più rispetto al 2010, il 65% in più rispetto al 2009), esprimendo la loro preferenza rispetto ai 218 candidati in corsa. Per Ilaria Calosso (foto) l’indice di gradimento si è attestato sulle 909 preferenze. Quasi un plebiscito per il collegio Lecce 3 del quale faceva parte il territorio gallipolino.

La neoparlamentare si è confrontata contro il candidato del Tecnico commerciale A. Vespucci, Nico Negro amico ed ex compagno di classe delle scuole medie. «E’ stata una sfida che si è svolta con molta sportività – commenta – e infatti subito dopo lo spoglio e la pubblicazione dei risultati definitivi sul sito del Parlamento giovanile, il mio amico Nico mi ha subito chiamato per congratularsi per la mia vittoria e per farmi gli auguri per questa nuova esperienza. Questo gesto mi ha fatto molto piacere, anche perchè al di là di tutto era importante che venisse eletto qualcuno di Gallipoli e alla fine l’obiettivo è stato centrato». Presto si entrerà nella fase operativa.

«Per ora abbiamo comunicato le nostre genarlità – spiega – il Parlamento sarà convocato nei prossimi giorni e inizierà l´attività a metà gennaio 2012 dopo la nomina di presidente e ministri. La sfida dei giovani eletti è di approfondire alcune tematiche che interessano il territorio e, successivamente, presentare eventuali proposte di legge al Consiglio regionale della Puglia». L’iniziativa è la prima del genere in Italia e ha visto, nel corso di questi anni, la presentazione di 24 proposte di legge e diversi progetti.

Commenta la notizia!