Il “Salento express” rilancia la fermata “Gallipoli porto”. LE FOTO

GALLIPOLI. Ha concluso la sua corsa questa mattina a “Gallipoli porto” la terza “Maratona nazionale di turismo ferroviario” partita lunedì scorso da Rimini. All’insegna della promozione della “mobilità dolce” e del recupero del patrimonio archeologico, i partecipanti all’iniziativa (Associazione ionico salentina amici delle ferrovie, Associazione italiana per il patrimonio archeologico industriale di Puglia, Istituto per i beni archeologici e monumentali, Ferrovie Sud-Est, Caroli hotels e Confederazione per la mobilità dolce) hanno sostenuto l’opportunità di salvaguardare il tratto ferroviario già esistente tra la stazione centrale e la fermata “Gallipoli porto”, non solo in chiave turistica ma anche “per la creazione di una valida alternativa alla mobilità cittadina”. Il tratto ferroviario (lungo 800 metri) termina a ridosso del Castello Angioino ed è stato inaugurato nel 1996 ma chiuso dopo appena un anno. Ora l’Amministrazione comunale intende cancellarlo in via definitiva con un progetto che prevede la creazione di un rondò nei pressi del teatro Schipa ed il rilancio della viabilità stradale sul lungomare Marconi. Domenica 8 marzo, in occasione della Giornata nazionale delle ferrovie dimenticate, Fiab Cicloamici di Lecce organizza una pedalata da Galatone al Porto di Gallipoli proprio per difendere la tratta ferroviaria in questione. Il “Salento express” sarà di nuovo a Gallipoli il 3 aprile per i riti della Settimana santa della città vecchia.

Commenta la notizia!