Il paese delle feste

manifestazioni estive

PRESICCE. La stagione estiva presiccese, come tutte le altre, è ormai chiusa e già si cominciano a tirare le somme. Ma se negli ambienti dell’Amministrazione comunale si respira aria di soddisfazione per i risultati conseguiti, non manca chi, come il gruppo consiliare di opposizione guidato dall’ex-sindaco Antonio Luca, cerca di analizzare la cosa a 360 gradi, sottolineando dubbi e criticità.

«Intanto gli uffici comunali non sono ancora in grado di stabilire la somma che grava sulle casse comunali per organizzare una stagione estiva che ha visto nel nostro piccolo comune 60 eventi serali in un periodo di circa due mesi e mezzo. Vogliamo sapere con esattezza quanto ha investito il Comune di suo per questa stagione. I cittadini hanno diritto di conoscere con esattezza come vengono utilizzati i soldi che l’Amministrazione sta prelevando dalle loro tasche aumentando al massimo tutte le tasse e in base a questi dati giudicheranno l’operato di chi li sta amministrando».

Ma secondo Luca questo non è l’unico aspetto criticabile. «A parte qualche flop che pure si è registrato nelle manifestazioni organizzate durante l’estate, ha aggiunto l’ex-sindaco, sicuramente abbiamo avuto il risultato di avere un flusso considerevole di persone che hanno visitato il nostro paese. Ma ciò non giustifica il fatto che siamo diventati il paese delle feste.  Non abbiamo dati da mettere a confronto ma sfido chiunque a trovare un altro comune, compresi quelli che hanno l’affaccio al mare, che abbia previsto nel corso dell’estate tante feste quante ne ha programmate il nostro». Presicce, paese delle feste, quindi.

«Sembriamo un paese dove non esiste nessun problema- conclude Luca – ma la verità è che i nostri problemi per colpa dell’Amministrazione comunale si aggravano sempre di più, dal problema della disoccupazione giovanile a quello della zona industriale, a quello della raccolta differenziata dei rifiuti che ancora a Presicce non parte, per cui subiamo ancora la vergogna dei cassonetti stracolmi di rifiuti puzzolenti. E noi pensiamo ad organizzare feste ed eventi!».

Ma con le dimissioni del sindaco il clima di festa si è interrotto.

Commenta la notizia!