Il “Meucci” di Casarano tra progetti eccellenti ed ex

concetta amanti - dirigente Meucci

Da sinistra, l’imprenditore Gianluigi Parrotto, il magistrato Roberto Tanisi e la dirigente Concetta Amanti

Attilio Pisanò

Il professor Attilio Pisanò

CASARANO. Premiate le eccellenze del “Meucci”. Nel corso di un’apposita cerimonia sono state consegnate delle borse di studio agli alunni che hanno avuto la media più alta o si sono distinti nelle diverse competizioni alle quali hanno partecipato. Con l’occasione sono stati conferiti degli attestati anche a chi si è maturato nel corso del precedente anno scolastico con il massimo dei voti. Alla cerimonia hanno partecipato il magistrato Roberto Tanisi ed il giovanissimo imprenditore, nonché ex alunno del “Meucci”, Gianluigi Parrotto.

Nel frattempo ha preso avvio il progetto “Shantaram”, che si propone di promuovere la cultura dei diritti umani attraverso un articolato programma di attività didattiche e di cittadinanza attiva. Il progetto, di durata triennale e voluto dal docente universitario Attilio Pisanò, coinvolge gli alunni di ben sei istituti scolastici della Provincia: l’Istituto comprensivo “Calvino” di Alliste (scuola capofila), l’Istituto d’istruzione superione “Meucci” di Casarano (scuola ospitante), l’Istituto tecnico economico “De Viti De Marco” e l’Istituto professionale “Bottazzi”, anch’essi di Casarano, il Liceo classico “Virgilio” e il Liceo artistico “Ciardo-Pellegrino”, entrambi di Lecce.

L’Istituto diretto da Concetta Amanti ha inoltre aderito al progetto del Miur “Programma il futuro” che ha l’obiettivo di fornire agli studenti i concetti di base dell’informatica, in modo piacevole e divertente. La classe 1AI, ad esempio, è stata inserita all’interno dell’iniziativa l’”Ora del Codice”, nata negli Stati Uniti nel 2013 e volta a far sì che ogni studente, in ogni scuola del mondo, svolga almeno un’ora di programmazione informatica.

Commenta la notizia!