Il Gallipoli calcio ripunta alla vetta

di -
0 851

Vito Tarantino e Maurizio Urso

Gallipoli. E’ un Gallipoli ambizioso quello assemblato dal presidente Marcello Barone e dal tecnico Carmine Bray, che si accinge a schierarsi ai nastri di partenza del campionato di Promozione, al via il prossimo 18 settembre. L’undici settembre, invece, spazio alla Coppa Italia di Promozione, manifestazione che apre la nuova stagione agonistica.

La concorrenza è agguerrita e tecnicamente di primo livello, perché, ad esempio, il Galatina è una sorta di corazzata, costruita per l’Eccellenza e ritrovatasi ancora in Promozione dopo il clamoroso mancato ripescaggio e proprio per questo formazione vogliosa di imporsi. Il Gallipoli, tuttavia, forte dell’esperienza di un tecnico come Bray e dell’entusiasmo contagioso del presidente Barone, ha gli uomini giusti per ritagliarsi uno spazio importante nella nuova stagione ed ha l’organico per puntare quanto meno ai play off e lì giocarsi il tutto per tutto.

«L’entusiasmo non ci manca ed è questa la base solida sulla quale vogliamo far poggiare il futuro del calcio gallipolino» – ha esordito Marcello Barone, appena insediatosi al vertice del Gallipoli Football 1909. Il parco giocatori, rispetto alla scorsa stagione, coincisa con l’eliminazione nella semifinale play off, patita ad opera del Botrugno, è stato rinnovato nella quasi totalità: gli unici ad essere stati riconfermati sono  Tarantino, De Razza e Urso, oltre a diversi elementi provenienti dal settore giovanile.

Di contro, mister Bray ha stilato un elenco comprendente quegli elementi in grado di essere pronti a tramutare in gioco produttivo il proprio spirito calcistico. Ecco arrivati giocatori affidabili ed esperti quali i due bomber Cosimo Nobile e Antonio Renis, così come anche Greco, Casalino e Castrignanò.

Tra i volti nuovi, tanti giovani che a Gallipoli troveranno l’ambiente giusto per spiccare il volo, proprio come accaduto l’anno scorso a Malcore, ora nella formazione Primavera del Lecce. Da Lecce sono arrivati Legari e Romano, mentre si punta molto su Stanca,Trianni, Migali, Pellegrino, Guglielemetti, De Prezzo e Spada. Il neo tecnico Carmine Bray si è calato immediatamente nella nuova dimensione: «Mi accingo a vivere una bella avventura, un’occasione di grande prestigio e per questo ringrazio il presidente per la fiducia accordatami». L’organigramma del nuovo Gallipoli comprende: Amleto Massino (team manager), Francesco Negro (preparatore atletico), Marco Buccarella (preparatore portieri), Franco De Vita (massaggiatore) e Antonio Piro (segretario).

Commenta la notizia!