Il filosofo diventa una star al cinema: entusiasmo in città

by -
0 648

La casa natale di Giulio C. Vanini

Taurisano.  È notizia recente che al filosofo Giulio Cesare Vanini, nato a Taurisano nel 1585 e morto a Tolosa ad appena 34 anni, a seguito di condanna a morte per ateismo, verrà dedicato un film, con la regia di Filippo Vendemmiati, giornalista Rai ed ora anche regista.

Vendemmiati, in quest’ultima veste, ha colto la notorietà soprattutto per la realizzazione del film documentario “È stato morto un ragazzo”, con il quale ha ripercorso la vicenda legata alla morte dello studente bolognese Federico Aldrovandi. Il lavoro, presentato alla 67^ Mostra del cinema di Venezia, ha vinto il primo premio al Bari BiFest 2011, per la migluiore regia.

Ovviamente, la notizia del film su Vanini, figlio illustre di Taurisano, è stata accolta con entusiasmo negli ambienti cittadini. Si è fatto portavoce dell’Amministrazione comunale Claudio Scordella, vice sindaco e assessore alla Cultura, il quale ha inviato al regista Vendemmiati una lettera nella quale dichiara che: «La piacevole notizia inerente il progetto cinematografico ispirato al nostro più illustre concittadino, Giulio Cesare Vanini, è stata accolta con enorme calore dalla cittadinanza e in modo particolare dall’Amministrazione civica, a nome della quale le esprimo il mio più convinto e fervido augurio per un buon esito della produzione. In attesa di approdare alla fase esecutiva del film, colgo l’occasione per invitarla, appena i suoi impegni glielo consentiranno, a raggiungerci a Taurisano per un primo cordiale incontro alla presenza delle più alte cariche cittadine, con l’auspicio che la visita, pur informalmente, possa rappresentare un importante momento propedeutico alla preparazione del lavoro e alla condivisione dell’opera che in un certo senso ci coinvolge moralmente».

Per il territorio e per il sud Salento, un evento del genere rappresenta un’opportunità unica e irripetibile in termini di promozione culturale e turistica allo stesso tempo. «A tal proposito – scrive l’assessore – le annuncio che l’Amministrazione comunale sarà lieta di mettere a sua disposizione ogni risorsa, materiale e non, utile alla causa del film che avrebbe come scenario principale il nostro territorio comunale».

Quello che era alla nascita di Vanini l’antico Casale di Terra d’Otranto, è oggi un moderno insediamento urbano, che custodisce «le più nobili testimonianze del passato, tra cui la casa natale del filosofo, recentemente restaurata e in grado oggi di rievocare il suo antico splendore» conclude il vicesindaco Scordella.

Commenta la notizia!