Il centro trascurato

crollo matino via danteMATINO. Nei giorni scorsi il maltempo e le forti piogge hanno causato il crollo di un’abitazione privata sita nel centro storico, in via Dante Alighieri. Solo pochi giorni prima del cedimento, la casa (che non era abitata) era stata oggetto di una delibera di Giunta con la quale (facendo seguito ad un ordinanza sindacale dello scorso maggio), stabiliva di assegnare l’incarico tecnico per la “redazione del progetto di verifica e di adeguamento delle opere di puntellamento e per la messa in sicurezza del fabbricato al fine di consentire la riapertura al transito del tratto stradale”.

Il Comune, infatti, conosceva bene lo stato fatiscente della struttura e negli anni scorsi aveva provveduto alla chiusura della strada ed alla realizzazione di lavori di puntellamento con puntelli e ponteggi che, però, negli anni sono scomparsi, aumentando così il pericolo di crollo che, puntuale, si è verificato alle 9 di sabato 12 ottobre.

Per fortuna nessun ferito ma, per precauzione, è stata disposta l’evacuazione di due famiglie che vivevano in case adicenti.   L’attenzione ora è rivolta ad altri edifici pericolanti, tra cui un’abitazione sita in via Diaz, danneggiata in più punti. Anche in questo caso è intervenuta l’Amministrazione comunale che ha già disposto i lavori di puntellamento dell’immobile.

A preoccupare sono anche le crepe della ciminiera dell’ex distilleria De Luca (nota come “Foculare tu Mecu”), in disuso da oltre 70 anni e danneggiata soprattutto nella parte superiore dei suoi 54 metri di altezza. Per intervenire servono soldi che già in passato si è cercato di reperire nell’ambito dei progetti per l’archeologia industriale.

Commenta la notizia!