Il canile di Parabita sempre nel degrado e cani sempre per strada

canile tuglieTUGLIE. Il canile consortile di Parabita (foto), ultimato nel 1999, è sempre in stato di abbandono ed i consiglieri comunali di minoranza Antonio Vincenti (“Rifondazione comunista”) e Giuseppe Pisanello (“Per Tuglie nuova”), chiedono al sindaco Daniele Ria informazioni in merito.

La struttura, costata 310 milioni di vecchie lire con un ulteriore intervento da 80mila euro nel 2003, è sita in agro di Parabita ma Tuglie è il comune capofila del progetto che coinvolge anche Sannicola, Alezio e Parabita. Lo scorso marzo, inoltre, il Comune ha richiesto un contributo di 67mila euro, tramite un bando regionale, per realizzare ed effettuare vari interventi tra cui la sistemazione e il recupero dell’impianto idrico, dell’impianto elettrico e la realizzazione di un pozzo artesiano.

A settembre, il gruppo consiliare di minoranza si è recato nella struttura rilevando un totale stato di abbandono e di degrado. A ciò si aggiunge non solo la consapevolezza dei fondi pubblici spesi senza che, alla fine, la struttura sia mai stata utilizzata, ma anche “l’aumento dell’abbandono dei cani e la relativa trascuratezza sanitaria, tanto che alcune cucciolate sono state abbandonate e trovate in stato di decomposizione, altre invece si sono salvate grazie all’intervento di cittadini sensibili”.

Alla luce di ciò i consiglieri chiedono di sapere, come si legge nell’interpellanza, “quale strategia sia stata attuata per evitare che l’ennesimo finanziamento diventi un altro sperpero di denaro pubblico e soprattutto l’ennesimo disservizio nonostante le risorse già utilizzate”.

Commenta la notizia!