Grotta del Cavallo, un “tesoro” nella Baia di Uluzzo

Grotta del Cavallo_Baia di UluzzoNARDÒ. Riflettori puntati sulla Grotta del Cavallo, nella Baia di Uluzzo. Dopo il convegno di studi promosso recentemente dall’assessorato comunale alla Cultura e che ha visto l’intervento di Fabio Martini, docente ordinario di preistoria e protostoria presso l’Università di Firenze, l’Amministrazione comunale pensa alla valorizzazione e alla fruizione del giacimento paleolitico più importante del Sud Italia – al centro di alcuni studi pubblicati pure dalla rivista “Nature” e dalla National Geographic, secondo cui nella cavità sarebbe vissuto l’Homo Sapiens più antico d’Europa.

«La Grotta del Cavallo, assieme ad altre della Puglia, è tra le più famose anche fuori dall’Italia, dal momento che conserva importanti testimonianze dell’uomo di Neanderthal e dell’Homo Sapiens», ha spiegato Martini. Le due specie, lì, hanno lasciato tracce delle loro attività quotidiane. «Evidenze grafiche, figurative che insieme a tutte le altre scoperte in Puglia costituiscono la gran parte del patrimonio iconografico italiano», ha dettagliato l’ordinario dell’università fiorentina. Un “tesoro” importante, dunque, tra le mura della cavità carsica che s’affaccia sulla Baia di Uluzzo. L’auspicio di Martini, dunque, è quello che la grotta sia presto messa a disposizione della comunità: «Tutte le scuole di ogni ordine e grado è importante che prendano coscienza di questo patrimonio, la gente deve sentirsene proprietaria». Potrebbero servire allo scopo mostre temporanee e sezioni espositive in musei, per  esempio.
E sembra che il prossimo obiettivo sia proprio questo: rendere accessibile e visitabile la Grotta del Cavallo, compresi i beni che la cavità ha restituito nel corso del tempo.

L’ufficio Cultura del Comune starebbe lavorando in questa direzione. L’assessore Mino Natalizio ha sottolineato l’impegno nel “valorizzare le eccellenze” – riferendosi al patrimonio culturale e naturale neretino – attraverso attività finalizzate anche alla “fruizione dei Beni del territorio”.

Commenta la notizia!