Grande “Festa del fuoco” a Racale

La processione

La processione

RACALE. Sono cominciati mercoledì 14 e termineranno sabato 17 i festeggiamenti in onore di sant’Antonio Abate, patrono dei vigili del fuoco, dei fornai, dei macellai, dei salumieri, degli animali domestici e del bestiame. A Racale, il comitato presieduto da Emanuele Cimino, ha organizzato una grande “Festa del fuoco” che chiuderà i riti religiosi previsti dalla chiesa.

Dal 14 e sino a venerdì 16, nella parrocchia della Beata Vergine Maria Addolorata, si terrà un triduo di preghiera curato da don Ottorino Cacciatore. Sabato 17, giorno della ricorrenza di sant’Antonio Abate, si celebreranno le messe alle 9.30 nell’omonima chiesetta dedicata al santo e alle 18 nella chiesa parrocchiale. Alle 19, al termine della funzione sacra, si snoderà la processione del santo per le strade del paese. Dalla chiesa, il corteo percorrerà le vie Addolorata, Ugento, Tiberio, Adige, Benedetto Nuzzo, Alliste, Europa, Matteotti, Firenze, Parma, Isonzo, piazza Beltrano, Principe di Napoli, Gallipoli sino a ritornare in piazza Addolorata, dove ci sarà la benedizione del fuoco, degli animali e dei presenti. Durante la processione presterà servizio il concerto bandistico di Città di Racale.

La sera del 17, infine, dalle ore 20.30, nel largo di via Siena, si mangerà, berrà e danzerà attorno al grande falò con la musica folkloristica dei “Tammurria”. È previsto anche uno spettacolo di fuochi pirotecnici. Con il comitato, collaboreranno i gruppi parrocchiali dell’Azione cattolica e gli Scout Agesci Racale 2.

 

Commenta la notizia!